Mostra di Vincenzo Castellana a Modica

vincenzo castellana, spiderman, 37,5x30cm, 2009-713275.jpgQuesta domenica si inaugura a Modica la mostra d’arte del giovane designer fumettista e illustratore Vincenzo Castellana. L’artista, che ha appena 24 anni, si è formato alla scuola del fumetto di Palermo dove ha conseguito la specializzazione in Grafica digitale.

 

Enza Giurdanella scrive nella brochure della mostra “«Vincenzo Castellana  anche con pochi tratti riesce a cogliere l’essenza di ciò che vuole rappresentare e questo può essere considerato un dono attraverso cui dar voce a una forma espressiva intenta a trasmettere emozioni. La sua abilità nell’imprigionare il colore tra segni grafici tende a volgerlo verso nuove prospettive, sviluppando così idee originali».

 

Castellana esporrà delle tavole realizzate con tecniche digitali tra il 2009 e il 2012, molte di esse si ispirano al mondo dei fumetti. 

 

La mostra verrà inaugurata domenica 16 alle 17.00 a palazzo Grimaldi (corso Umberto I  n 106) e resterà visitabile, fino al 30 settembre, tutti i giorni tranne il lunedì dalle 16.00 alle 20.00.

Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

Modica Miete Culture 2012

Modica, Modica Miete Culture, jazz, jazz festival a Modica, Modena City Ramblers, Modena City Ramblers a Modica, Moni Ovadia, Piero GuccioneParliamo ancora di un appuntamento modicano. Modica Miete Culture è un festival culturale ricco di appuntamenti artistici, musicali e filosofici che accompagneranno l’estate modicana da giugno ad agosto. Per usare le parole degli organizzatori, è «un progetto vasto e ambizioso, che vuole far rivivere l’antica tradizione del “Giugno Modicano”, diffondendo ancora in una città dalle solide radici contadine, il senso e l’atmosfera della festa per la natura che dona e aiuta a vivere. Giugno come tempo dell’aia, in cui ci si riuniva a far festa nelle notti della mietitura, e che ora diventa il tempo dell’agorà, in cui tutti siamo chiamati a confluire e a godere».

Il programma, davvero ricco, si può consultare qua; tra gli ospiti più notevoli vi sarà Piero Guccione, i Modena City Ramblers che si esibiranno in un concerto unplugged la sera di domenica 17 giugno in piazza Monumento, Moni Ovadia che giovedì 14 giugno alle 21.30 terrà uno spettacolo dal titolo Senza confini. Ebrei e zingari nella scalinata della chiesa di San Pietro.

Oggi a palazzo San Domenico ci sarà la conferenza stampa di presentazione; dal 13 al 17 giugno Contaminazioni, Festival di Poesia e Culture di Confine e poi si proseguirà a giugno con altri spettacoli artistici, con Arte in Arte – Estati e con Sicilia Barocca, un concorso di danza. Dal 9 al 12 agosto, poi, il Modica Jazz Festival con ospiti del calibro di Gino Paoli, Maria Pia De Vito, Roberto Gatto, Martux-M, Natal Mangalavite. A chiudere, 24 e 25 agosto, I VESPRI. Civic forum in five steps, drammaturgia urbana dell’opera di Giuseppe Verdi da un’idea di Marco Scotini. Davvero un programma ricchissimo e imperdibile.

 

Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

 

Domenica a teatro

teatro_modica-2.jpgUltimamente nelle mie segnalazione di eventi ho un po’ trascurato la provincia, eppure città come Modica Vittoria e Scicli hanno molto da offrirci in termini di cultura e spettacoli. Così sto cercando di recuperare e dopo Scenica a Vittoria oggi è la volta di Modica con il suo teatro Garibaldi che domenica prossima alle 18 metterà in scena uno spettacolo di Officina Kreativa “Buona pace Stabile, la giusta eredità di Giovanna D’arco” 

Dal sito del teatro: “Lo spettacolo muove dall’episodio dell’interrogatorio al quale Giovanna D’Arco viene sottoposta durante il processo per eresia. Attraverso le sue risposte si ripercorrono le sue convinzioni come donna e come guerriero. In conclusione, resta l’eredità ideale della “povera folle”: la possibilità di riportare la pietà e la giustizia in un ambiente che le ha dimenticate.”

Lo spettacolo è di Nausica Zocco, scrittice modicana vincitrice del premio letterario Spiragli nel 2006, e la regia è di Tiziana Spadaro.

Per informazioni http://www.teatrogaribaldi.it/index.php?option=com_events&task=view_detail&agid=126&year=2012&month=5&day=6&Itemid=40

 

Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

 

  


 


Chocobarocco 2011

choco_work.jpgOrmai il cioccolato modicano, preparato con la tradizionale ricetta azteca che prevede il concaggio a freddo che gli dona la peculiare consistenza granulosa, è ben noto e riconosciuto come una prelibatezza tipicamente nostrana. Anche quest’anno, pertanto, Modica si appresta ad ospitare Chocobarocco, la manifestazione tesa a valorizzare questo prodotto che riscuote sempre più successo in tutto il territorio nazionale e non solo.

Il programma, disponibile integralmente qui, è molto vario e prevede, oltre alle solite degustazioni, dei momenti musicali, delle mostre fotografiche e dei concerti di musica classica e lirica che animeranno Modica e allieteranno i visitatori da oggi fino al 1° novembre. 

La casa delle farfalle

foto_farfalle_08.jpgDa oggi e fino al 7 novembre a Modica sarà possibile visitare una casa delle farfalle. Nell’atrio del palazzo San Domenico è stato ricostruito un habitat congeniale alle farfalle con piante, vasche d’acqua con pesci e condizioni climatiche costanti.

La casa, che ospiterà anche alcuni esemplari tropicali, è gestita da tre giovani biologi: Eleonora Alescio, Valeria Geracitano e Cristian Anciello. 

Si potrà visitare la casa tutti i giorni dalle 9 alle 21, l’ingresso è di 3 euro.

Cinema d’essai a Modica

cinema.jpgAnche quest’anno è partita a Modica la rassegna cinematografica d’essai “La città nascosta”. Sei fra i migliori film internazionali usciti in Italia nei primi mesi del 2011, verranno proiettati da pellicole di 35 mm su uno schermo 16/9. In questo modo si oterrà una visione nettamente migliore di quella delle proiezioni da Dvd, utilizzate comunemente in alcune proiezioni estive. 

Le proiezioni si terranno ogni giovedì nell’Atrio comunale (Palazzo San Domenico, Piazza Principe di Napoli).

Per info e contatti: Cineclub «La città nascosta» c/o Libreria Mondadori, Corso Umberto I, n. 123 Modica Tel. 0932 945363

Il treno dei ricordi

treno-ragusa-300x200.jpgLa ferrovia Iblea che non ha mai goduto di ottima salute da un paio d’anni a questa parte riversa in uno stato di agonia; al fatto che l’utilizzo dei treni passeggeri fosse un servizio fantasma c’eravamo abituati – per fare i cento chilometri che separano Ragusa da Catania il treno impiega all’incirca quattro ore – ma da qualche anno è calato drasticamente anche l’utilizzo dei treni per il trasporto delle merci. Così, la maggior parte di ciò che la provincia importa arriva su gomma, con effetti negativi sul traffico e sull’inquinamento.

La lenta morte della ferrovia iblea avviene fra l’indifferenza della classe politica e della cittadinanza: tutti diamo ormai per scontanto che in Sicilia bisogna spostarsi in autobus, affidandosi a ditte private, e tutti accettiamo con rassegnazione l’ingombrante presenza dei tir nella Ragusa-Catania. 

Il Circolo del Dopolavoro Ferroviario di Modica ha deciso però di non starsene con le mani in mano ed ha organizzato una manifestazione dal titolo “ferrovia iblea ieri oggi e…domani?”. All’interno della manifestazione è stata inaugurata una mostra visitabile fino al 10 giugno presso il Palazzo della Cultura di corso Umberto a Modica, dedicata alla storia della tratta Siracusa-Ragusa, con documenti storici, filmati e un plastico della linea ferrata. Venerdì 17 si terrà invece un dibattito sul futuro della ferrovia al quale interverranno il presidente della Provincia, Franco Antoci, il consulente ai beni culturali del comune di Ragusa, Daniele Pavone, il coordinatore provinciale del Cub Trasporti, Pippo Gurrieri.

Il mondo dei manga a Modica

lamu01.jpgDal 3 al 5 giugno si terrà a Modica “Modix”, un evento dedicato al mondo dei manga e dei videogiochi, voluto dall’associazione “Officina Kreativa” di Modica.

I partecipanti potranno sfidarsi a tornei di PSP e di WII,  partecipare al concorso per il fumetto migliore e praticare il Cosplay, cioè indossare un costume che rappresenti un personaggio dei fumetti o dei videogiochi. “MODIX è l’evento che presenta Modica come villaggio dei cartoni, in un’atmosfera sensazionale di colori, musica, rappresentazioni, iniziative artistiche, il tutto miscelato con notevole divertimento, voglia di comunione, scambio di conoscenze culturali, importanti momenti di aggregazione, soprattutto giovanile.” Un’ occasione da non perdere per i ragusani appassionati di manga che non sono certo abituati a partecipare ad eventi simili nella propria provincia.

 L’appuntamento è in piazza Campailla dalle 18 in poi, per maggiori informazioni o per iscriversi ad uno dei concorsi ecco la pagina uficiale dell’evento http://www.modicacomix.com/

 

Santa Maria del Gesù a Modica

1302990016_chiostro_smaria_del_gesu (1).jpgOggi pomeriggio alle 17, nell’ambito della Settimana della Cultura di cui abbiamo già avuto modo di parlare, a Modica verrà inaugurato il complesso del chiostro e della Chiesa di Santa Maria del Gesù.

La chiesa, del tardo Quattrocento, è stata dichiarata ‘monumento nazionale’ in quanto ha resistito al terremoto che ha devastato il Val di Noto. Il chiostro, di stile tardo-gotico, riprende lo stile catalano ed è un esempio pressoché unico nella nostra regione.

Per l’occasione la dottoressa Salvina Fiorilla, della soprintendenza di Ragusa, terrà una lezione su “Santa Maria del Gesù nel contesto storico culturale siciliano”; inoltre Emanuele Fidone e Bruno Messina parleranno del progetto di restauro.

Teatro aperto a Modica

andrea tidona.jpg C’è tempo fino all’8 Gennaio per abbonarsi alla stagione 2011 di Teatro Aperto, la rassegna artistica del Teatro Garibaldi di Modica.

Impegnativo e interessante il programma di quest’anno, che vedrà in scena varie compagnie locali in una antologia di testi e di stili diversissimi tra loro, dal classico al comico, dal dialettale allo sperimentale, in un unico percorso che non per niente ha per sottotitolo “tra appartenenze e contaminazioni”, condotto con la consueta maestria dal Direttore artistico del teatro, il bravissimo  Andrea Tidona.

Al sito della Fondazione del Teatro Garibaldi troverete il programma completo e tutte le informazioni per l’abbonamento.

(Nella foto Andrea Tidona)