La chiesa dell’Ecce Homo

Organo Serassi all'Ecce Homo.jpg Tra i gioielli nascosti della nostra città la chiesa dell’Ecce Homo rappresenta una vera e propria chicca, anche se forse sconta il fatto di non essere annoverata tra i beni architettonici del barocco ragusano tutelati dall’Unesco.

Eppure questo monumento presenta vari aspettti di grande interesse, dalle vetrate artistiche di Duilio Cambellotti (sì, quello delle tempere dei saloni della Prefettura) al grande organo Serassi, un prestigioso “organo-orchestra” del 1857.

La storia e le tradizioni cittadine legate a questa imponente costruzione verranno illustrate in quella che si preannuncia una interessante conferenza che si svolgerà Martedì prossimo 5 Ottobre, alle 19:30, presso la medesima parrocchia. Verrà presentato il volume a cura di Salvatore Gurrieri “La chiesa dell’Ecce Homo”, relatore l’antichista prof Gaetano Cosentini.

(Nella foto l’organo Serassi all’interno della chiesa dell’Ecce Homo)

Salone della Prefettura aperto

Uno dei capolavori nascosti di Ragusa, le tempere murali di Duilio Cambellotti che adornano i Saloni di rappresentanza della Prefettura, sarà visionabile eccezionalmente il giorno 30 dicembre.

Grazie a un accordo con l’Assessorato alla Cultura della città sarà possibile (previa prenotazione allo stesso assessorato, al n 0932 624752) visitare le stanze decorate negli anni trenta e che rappresentano un importante esempio della pittura propagandistica e agiografica del regime.

La visita sarà guidata dall’assessore Arezzo e limitata a gruppi di quaranta persone. Per leggere un contributo critico sull’opera di Cambellotti nella città cliccate qui.

onore_vittoria.jpg

 

Un particolare del Salone d’Onore