Giovani aviatori

Aeroporto Comiso.jpgEntrano nel vivo le attività scolastiche e all’Istituto Fabio Besta, sezione tecnica per operatori del trasporto aereo, sono iniziati i “battesimi del volo” per i ragazzi del primo anno.

Domenica scorsa è stata la volta dei primi tre studenti: Maksim, Giovanni e Francesco, quattordicenni, hanno potuto sperimentare il primo volo ai comandi di un velivolo da istruzione accompagnati da un istruttore.

La partenza è avvenuta dall’Aeroclub “Angelo D’Arrigo”, l’indimenticabile campione del mondo di volo libero, ubicato nell’ambito del costruendo aeroporto di Comiso.

L’emozione era tanta ma i provetti piloti se la sono cavata benone, grazie anche alla esperienza dell’istruttore e del direttore di volo che sovraintendeva alle operazioni. Giornata splendida e ottime condizioni di vento. Nella foto una immagine aerea dell’aeroporto di Comiso.

 

Si riparte

Finita definitivamente la stagione estiva, riprendono le attività consuete.

Torre di controllo.jpg.jpgQuest’anno il finale estivo è stato scoppiettante, tra frecce tricolori, settembre Kasmeneo e iniziative varie.

L’autunno, però, si preannuncia denso di problemi (gli effetti della crisi economica) ma anche di aspettative: dovrebbe finalmente sbloccarsi la vicenda dell’aeroporto di Comiso, con conseguente apertura.

Sarebbe veramente un fatto importantissimo per la nostra provincia: speriamo che lo spettacolo aereo di ieri sia di buon auspicio!

Avrei una proposta da sottoporre a chi legge: viste le passate polemiche sull’intitolazione della aerostazione, perchè non dedicare il nuovo aeroporto ad Angelo D’Arrigo, indimenticato campione di volo sportivo e grande naturalista, venuto a morire nei nostri cieli nel marzo 2006 in un gravissimo incidente di volo?

Nella foto la torre di controllo del nuovo aeroporto di Comiso (da flickr.com)