Presentazione del libro di Pippo Gurrieri sulle ferrovie iblee

1333052030_stazione_ragusa_centro.jpgDomani 7 febbraio, alle ore 17, presso la sala convegni della Provincia regionale, verrà presentato il libro di Pippo GurrieriBattaglie e sconfitte dei ferrovieri ragusani” – “Dalla lotta contro i ‘rami secchi’ a quella per una ferrovia moderna (1986-2012)” edito da Sicilia Punto L. A presentare la pubblicazione, assieme all’autore, ci sarà Pippo Costa, membro del coordinamento provinciale della CUB Trasporti.

Il libro ricostruisce una battaglia che dura ormai da un quarto di secolo: come è scritto nella presentazione, «i finanziamenti andati perduti, le promesse mai mantenute, gli innumerevoli tentativi di resistenza, le proposte costate impegni e i progetti messi in piedi con mille sacrifici, mai presi in considerazione, vengono esposti al lettore, in modo che rimanga memoria di una vicenda tra le più esaltanti e allo stesso tempo umilianti che questa terra abbia mai vissuto».


Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

Il treno dei ricordi

treno-ragusa-300x200.jpgLa ferrovia Iblea che non ha mai goduto di ottima salute da un paio d’anni a questa parte riversa in uno stato di agonia; al fatto che l’utilizzo dei treni passeggeri fosse un servizio fantasma c’eravamo abituati – per fare i cento chilometri che separano Ragusa da Catania il treno impiega all’incirca quattro ore – ma da qualche anno è calato drasticamente anche l’utilizzo dei treni per il trasporto delle merci. Così, la maggior parte di ciò che la provincia importa arriva su gomma, con effetti negativi sul traffico e sull’inquinamento.

La lenta morte della ferrovia iblea avviene fra l’indifferenza della classe politica e della cittadinanza: tutti diamo ormai per scontanto che in Sicilia bisogna spostarsi in autobus, affidandosi a ditte private, e tutti accettiamo con rassegnazione l’ingombrante presenza dei tir nella Ragusa-Catania. 

Il Circolo del Dopolavoro Ferroviario di Modica ha deciso però di non starsene con le mani in mano ed ha organizzato una manifestazione dal titolo “ferrovia iblea ieri oggi e…domani?”. All’interno della manifestazione è stata inaugurata una mostra visitabile fino al 10 giugno presso il Palazzo della Cultura di corso Umberto a Modica, dedicata alla storia della tratta Siracusa-Ragusa, con documenti storici, filmati e un plastico della linea ferrata. Venerdì 17 si terrà invece un dibattito sul futuro della ferrovia al quale interverranno il presidente della Provincia, Franco Antoci, il consulente ai beni culturali del comune di Ragusa, Daniele Pavone, il coordinatore provinciale del Cub Trasporti, Pippo Gurrieri.