Appuntamento al buio 2013 – il cinema che ci importa

appbuio2013.jpgAppuntamento al buio, la rassegna cinematografica del “cinema che ci importa” a cura dell’associazione Fitzcarraldo, continua con l’edizione 2013 cominciata lo scorso giovedì.

Come al solito ci saranno due proiezioni, una alle 18.30 e una alle 21.30, al Cinema Lumiere in via Archimede 214. L’ingresso è riservato ai soci con tessera FIC 2012-2013 (obbligatoria) dal costo di euro 3,00. Il biglietto per 1 film costa euro 4,50, per 1 documentario (DOC*) euro 3,00. L’abbonamento (13 film e 4 documentari) euro 30,00.

Di seguito il programma.

Giovedì 07 febbraio 2013
Love is all you need di Susanne Bier (Danimarca, Svezia, Italia, Francia, Germania, 2012, 110’)

Giovedì 14 febbraio 2013
Ernest & Celestine di Benjamin Renner, Vincent Patar, Stéphane Aubier (Francia, 2012, 79’)

Giovedì 21 febbraio 2013
Oltre le colline (Dupa dealuri) di Cristian Mungiu (Romania, 2012, 155’)

Giovedì 28 febbraio 2013
La voce di Rosa (DOC*) di Nello Correale (Italia, 2011, 72’)

Giovedì 07 marzo 2013
Un sapore di ruggine e ossa (De rouille et d’os) di Jacques Audiard (Belgio, Francia, 2012, 120’)

Giovedì 14 marzo 2013
E se vivessimo tutti insieme? (Et si On Vivait Tous Ensemble?) di Stéphane Robelin (Francia, Germania, 2011, 96’)

Giovedì 21 marzo 2013
Amour di Michael Haneke (Francia, Austria, Germania, 2012, 105’)

Giovedì 28 marzo 2013
Amato Bros (DOC*) di Giuseppe Di Bernardo (Italia, 2012, 56’)

Giovedì 04 aprile 2013
Ruby Sparks di Jonathan Dayton, Valerie Faris (Usa, 2012, 104’)

Giovedì 11 aprile 2013
Sister (L’enfant d’en haut) di Ursula Meier (Francia, Sizzera, 2012, 100’)

giovedì 18 aprile 2013
Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore di Wes Anderson (Usa, 2012, 94’)

Giovedì 25 aprile 2013
La Nave dolce (DOC*) di Daniele Vicari (Italia, Albania, 2012, 90’)

Giovedì 02 maggio 2013
Là Bas di Guido Lombardi (Italia, 2011, 100’)

Giovedì 09 maggio 2013
Il sospetto (Jagten) di Thomas Vinterberg (Danimarca, 2012, 115’)

giovedì 16 maggio 2013
The master di Paul Thomas Anderson (Usa, 2012, 137’)

Giovedì 23 maggio 2013
La bicicletta verde (Wadjda) di Haifaa Al Mansour (Arabia Saudita, Germania, 2012, 100’)

Giovedì 30 maggio 2013
Tahrir (DOC*) di Stefano Savona (Italia, Francia, 2011, 90’)


Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

Appuntamento al buio 2013

203555_103386523155821_1991212729_n.jpgRiparte anche per questa stagione la rassegna cinematografica Appuntamento al buio, a cura del Cineclub Fitzcarraldo con il contributo del Centro servizi culturali del Comune di Ragusa.

La nuova stagione, dal sottotitolo “Il cinema che ci importa”, inizierà giovedì 25 ottobre e durerà fino al 31 gennaio 2013. Le proiezioni si terranno al Cinema Lumiere in Via Archimede 214 alle 18.30 e alle 21.30. L’ingresso è riservato ai soci Fitzcarraldo Cineclub con tessera FIC 2012-2013 (obbligatoria, dal costo di 3 euro). Il costo del biglietto per un singolo film è di 4,50 €; l’abbonamento per tutti i 12 film è di € 25. Per informazioni, telefonare al 330-833949 o al 328-4338448 o scrivere un’email a info@fitzcarraldo.org

Di seguito i film in programma.


25 ottobre 2012 – COSA PIOVE DAL CIELO? di Sebastián Borensztein (Argentina, 2011, 90′)

 

1 novembre 2012 -TERRAMATTA di Costanza Quatriglio (Italia, 2012, 75’)

 

8 novembre 2012 – LOVE & SECRETS (All good things)di Andrew Jarecki (Usa, 2010, 101’)

 

15 novembre 2012- CENA TRA AMICI (Le Prénom) di Alexandre de la Patellièr, Matthieu Delaporte (Francia, Belgio, 2012, 109’)

 

22 novembre 2012 – IL MIO DOMANI di Marina Spada (Italia, 2011, 88’)

 

29 novembre 2012- THIS IS ENGLAND di Shane Meadows (Gran Bretagna, 2006, 101’)

 

13 dicembre 2012- PIETÀ (Pieta) di Kim Ki-Duk (Corea del Sud, 2012, 104’)

 

20 dicembre 2012 (solo ore 18,30) – ARRIETTY di Hiromasa Yonebayashi (Giappone, 2010, 94’)

 

10 gennaio 2013 – TUTTI NOSTRI DESIDERI (Toutes nos Envies) di Philippe Lioret (Francia, 2011, 120’)

 

17 gennaio 2013 – UN AMORE DI GIOVENTÙ (Un amour de jeunesse) di Mia Hansen-Løve (Francia, Germania, 2011, 111’)

 

24 gennaio 2013 – DETACHMENT – IL DISTACCO (Detachment) di Tony Kaye (Usa, 2011, 97’)

 

31 gennaio 2013 – L’INTERVALLO di Leonardo di Costanzo (Italia, Svizzera, Germania, 2012, 90’)


Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

 

Costa Iblea Film Festival

costaiblea_15-214x300.jpgCostaIblea Film Festival, manifestazione imperdibile per ogni appassionato di cinema siciliano, è giunta alla 15° edizione.

Quella di quest’anno è dedicata al 50° anniversario di Divorzio all’italiana, memorabile film di Germi, uno dei primi ad essere stati girati a Ragusa.

Il Carrubo d’Oro, invece, verrà assegnato quest’anno a Dario Argento, il più celebre regista italiano di horror. La consegna è programmata per il 10 dicembre. Negli altri giorni verranno comunque proiettati i grandi successi del regista, da Profondo rosso a Suspiria passando per Il gatto a nove code.

La rassegna, cominciata ieri, è ospitata dal Cinema Lumiere. L’ingresso è libero e a fine serata saranno offerti dei rinfreschi a buffet.

 

Appuntamento al buio 2011-2012

appbuio2011-2012.jpgAnche quest’anno si rinnova il consueto incontro con “Appuntamento al buio”, la rassegna cinematografica di cinema d’autore curata dall’associazione culturale Fitzcarraldo Cineclub e resa possibile grazie al supporto del Cine-teatro Lumière. Come sempre verranno presentati film che esulano dal giro dei blockbuster e che pertanto è difficile vedere in uno degli ormai diffusissimi multisala.

I film vengono proiettati ogni giovedì con cadenza quasi settimanale (tranne nel periodo delle festività natalizie). I primi tre incontri sono già stati programmati, ma è ancora possibilenon perdersi i successivi nove appuntamenti: basta la tessera di iscrizione alla FIC. Tra i prossimi film: L’altra verità, Corpo celeste, Tournee, Un gelido inverno. Il programma completo è qui.

Gli artigiani del cinema

Pelligra.jpg Chi ama il cinema sa che questo è fatto di tante figure che non compaiono o che non godono e non godranno mai della fama riservata alle star.

Il cinema, e quello italiano in particolare, è fatto di altissime professionalità, del grande “artigianato” di scenografi, costumisti, tecnici, soggettisti, sceneggiatori. Tra queste ci sono i caratteristi, quegli attori che “ci mettono la faccia” ma a differenza delle grandi star non accedono alla gloria della notorietà. In cambio riescono però a ottenere una longevità artistica negata agli attori di grido; ed ecco che la loro spesso lunga carriera diventa un pezzo di storia del cinema che attraversa le diverse stagioni, esce indenne dalle mode e diventano così depositari di esperienze invidiabili, registri viventi di memoria storica.

E’ il caso di Biagio Pelligra la cui quasi cinquantennale carriera ha avuto recentemente un riconoscimento da parte della sua città natale, Comiso.

Una filmografia sterminata, teatro, tv, la frequentazione con i grandi registi del cinema e della televisione, dai fratelli Taviani a Rossellini, a Nanni Loy, fino alla partecipazione a opere più recenti come la saga di Montalbano e I Vicerè di Roberto Faenza.

A lui e a tutti i comprimari del cinema, della TV, del teatro gli auguri di una felice e ancora lunga carriera.

Costaiblea Film Festival

Costaibleafilmfest 2010.jpg L’associazione Costaiblea nasce nel 1991 per sostenere l’arte cinematografica attraverso un proprio festival.

Qust’anno la rassegna, giunta alla quattordicesima edizione, sarà dedicata al compianto Carmelo di Mazzarelli, l’attore ibleo (anzi, Mazzareddaro) scomparso nel Giugno scorso. Il premio del Carrubo d’Oro alla carriera verrà consegnato alla regista Liliana Cavani e una rassegna retrospettiva completa sarà dedicata al regista palermitano Franco Indovina vittima della sciagura aerea di Punta Raisi nel 1972, a soli quarant’anni.

Il festival si svolgerà dall’8 al 12 Dicembre con proiezioni al Cinema Lumiere e al Centro Servizi Culturali. A breve posteremo il programma completo.

Nell’immagine la locandina del festival.

 

 

 

Cinema, mon amour

cineLumiere.jpg Uno dei luoghi da tutelare e senz’altro da sostenere a Ragusa è il cinemateatro Lumiere di Via Archimede, vero e proprio baluardo di spettacolo di qualità e cultura che ogni anno propone una selezione di appuntamenti cinematografici mai banali e di rappresentazioni teatrali al meglio dell’offerta cittadina.

E’ l’ultima sala rimasta in città: l’ultima sala di tipo tradizionale, voglio dire. Perchè poi ci sarebbe il multisala, quella specie di bigliettificio a ciclo continuo dove entri da un lato e vieni espulso dal retro a fine proiezione.

Il Lumiere conserva invece l’atmosfera da cine d’essai e inoltre propone ogni stagione anche una interessante rassegna di teatro professionale.

In effetti la struttura nasce proprio come teatro, la gloriosa Mongolfiera, progetto del compianto Nino Criscione, eclettico e prolifico animatore culturale di questa città, scomparso anzitempo e forse non abbastanza ricordato.

Quest’anno lo spazio teatrale sarà gestito dalla compagnia GoDoT con la sesta edizione della rassegna Palchi Diversi.

Cinema a Donnafugata

logo_donnafugata_film_festival.jpg Tra i molti appuntamenti estivi che coinvolgono in questi giorni la provincia, segnaliamo ai cinefili il Donnafugata Film Festival che ha già regalato momenti di grande emozione agli spettatori e agli appassionati di cinema: dieci minuti di applausi per il  toccante e ispirato docufilm “Padre nostro” del catanese Carlo Lo Giudice, interpretato e prodotto dall’ideatore del festival Salvatore Schembari, sullo schermo insieme al padre Vannino.

Ricorre quest’anno il ventennale del cinestudio Groucho Marx e lo sforzo organizzativo è notevole: tre le sezioni del Festival: “Zodiac FilmFest” caratterizzata dai segni dello Zodiaco, “Africana un continente di colori” rassegna sul cinema africano, con documentari inediti, performance, concerti e mostre d’arte e “L’isola come set” dedicata al cinema siciliano.

Tra gli ospiti della prima sezione Lucio Dalla, Giuseppe Bertolucci, Gaia Bonsignore, Giuliano Montaldo e Aurora Quattrocchi.

Tra gli ospiti musicali Francesco Branciamore, che accompagnerà con proprie musiche originali “Medea” di Pier Paolo Pasolini.

Il festival ha aperto i battenti lo scorso 15 Luglio e si protarrà con proiezioni e iniziative fino al 29 Agosto. Qui trovate l’intero programma.

Addio Menu

Menu.jpg Per l’anagrafe era Carmelo Carnemolla, per gli annali del cinema Carmelo di Mazzarelli, per tutti a Marina di Ragusa era “Menu u’ ciacciarune”.

Vera icona del borgo marinaro, accoglieva tutti con un sorriso bello e quella sua parlantina allegra. Era la gioia dei turisti che quando scoprivano la storia di quel personaggio così pittoresco restavano ammaliati dai suoi racconti.

Una vita particolare la sua: la gioventù spensierata e poi la guerra; i mille espedienti per sopravvivere nell’Italia immiserita: neorealismo vivo, vissuto nella propria carne. Ma su tutto prevaleva il ricordo degli amici, quelli di una volta, quelli che se ne sono andati prima; e qui la voce di Menu si rompeva per un attimo per poi riprendere fluente come un fiume in piena, nel desiderio di raccontare, di ricordare, di tramandare.

Una vita particolare e per certi versi incredibile: non a tutti capita alla bella età di settantacinque anni di iniziare (per caso, per destino?) un’attività da attore cinematografico che lo porterà a lavorare per cineasti del calibro di Gianni Amelio, i fratelli Taviani, Giuseppe Tornatore, Pasquale Scimeca, Alberto Sironi.

Un attore naturale, croce e delizia dei registi. Non credo che Menu abbia mai imparato una parte a memoria: lui recitava sempre a soggetto, come Totò, come i grandi.

Ci mancheranno i suoi racconti, la sua presenza a presidio della Piazza di Marina (Mazzarelli come la chiamano i vecchi), il suo cappello di paglia e la barba bianca.

Menu ci ha lasciato il 13 Giugno scorso a novantadue anni.

Costaiblea film festival

Si svolge in questi giorni l’edizione 2009 del Costa Iblea film festival.

Madrina della manifestazione sarà quest’anno l’attrice Valeria Solarino, di origini ragusane, protagonista del recente film “Viola di mare”.

Una particolare sezione del festival è dedicata al regista Enzo Battaglia, autore purtroppo misconosciuto al grande pubblico ma di grande sensibilità, prematuramente scomparso nel 1987. La retrospettiva a Lui dedicata sarà l’occasione per riscoprire un talento originale e di grande interesse.

Un altro omaggio postumo verrà reso allo sceneggiatore camerinense Lucio Mandarà autore di numerosi adattamenti televisivi (uno fra tutti lo sceneggiato “La baronessa di Carini”) scomparso l’anno scorso.

Ospite d’eccezione è il regista Ettore Scola a cui verrà assegnato il premio “Carrubo d’oro”.

“Il festival quest’anno vuole coinvolgere gli studenti ragusani – spiega il Direttore artistico Vito Zagarrio – è nostra intenzione, infatti, avviare degli incontri nelle scuole sui mestieri del cinema”.

Al centro servizi culturali del capoluogo è già in programma un laboratorio di analisi del film e di regia. Il festival si svolge dal 10 al 13 dicembre in due sedi, il cinema Lumiere in via Archimede e il Centro servizi culturali di via Diaz.

Come scriveva Gesualdo Bufalino, il territorio ibleo è un’area “naturaliter cinematografica”. Vi hanno girato in tanti da Zampa a Germi, da Amelio a Faenza, da Straub a Tornatore.Valeria Solarino.jpg

 

Nella foto l’attrice Valeria Solarino