La Cava Santa Domenica: un parco urbano possibile

marina 032.jpgÈ stata organizzata per questa domenica 17 febbraio l’iniziativa “La Cava Santa Domenica: un parco urbano possibile” dal laboratorio Insieme-in-Città della federazione «Una R.o.s.a. per Ragusa», di cui fanno parte Legambiente, Kalura e SpeleoClub e a cui si sono aggregati i centri commerciali naturali «Isole Iblee», “I tre ponti” ed “Antica Ibla”.

Giorgio Flaccavento guiderà i visitatori offrendo loro una lettura storico-culturale del sito. 

La partenza è fissata per le ore 10 in piazza San Giovanni, angolo via Mariannina Coffa. Nella prima parte del percorso, fino a piazza Carmine, l’architetto del Comune Marcello Dimartino illustrerà il progetto di fattibilità del recupero della Cava Santa Domenica. Successivamente, si scenderà al Largo San Paolo percorrendo le scale di Cava Velardo, via Velardo e via Giusti. E’ prevista una sosta per il pranzo al ristorante Antica Macina. Subito dopo il dott. Giovanni Distefano illustrerà gli insediamenti preistorici insistenti sul Largo San Paolo e guiderà i partecipanti lungo il perimetro delle mura bizantine della Ragusa pre-terremoto, fino ai ruderi dietro la chiesa del Santissimo Trovato.


Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

La Cava Santa Domenica: un parco urbano possibileultima modifica: 2013-02-15T08:30:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento