Inaugurazione della fermata di via Colajanni della metropolitana di Ragusa

treni.jpgPer anni si è vociferato a Ragusa del progetto di “metropolitana di superficie”: dal 1995 viene tirata in ballo e promessa dalle più diverse amministrazioni comunali, ma non se ne è mai fatto nulla, preferendo ai treni il trasporto su gomma.

Ora che anche l’AST non versa in buone condizioni e che il prezzo dei carburanti è giunto alle stelle, è l’ora di sensibilizzare la cittadinanza sull’utilità dei trasporti pubblici, al contempo richiedendo che il progetto della metropolitana di superficie venga ripreso e portato a compimento.

La CUB Trasporti e il Comitato per il rilancio della ferrovia iblea hanno deciso di organizzare, provocatoriamente, una finta inaugurazione della fermata di via Colajanni dell’ipotetica metropolitana. Sabato 30 giugno alle 12, nella zona del numero civico 101 di via Colajanni (il luogo previsto per una delle 15 fermate della metro, che si sarebbe dovuta sviluppare per 17 km da Ibla a Puntarazzi), si terrà questa manifestazione provocatoria alla quale sono invitati a intervenire tutti i cittadini.

Con le parole degli organizzatori: «La fermata di via Colajanni si presta benissimo per far comprendere l’estrema semplicità del progetto della metropolitana di superficie e l’assurdità di un’attesa che dura da ben 17 anni, e che rischia di diventare il paradosso dei paradossi delle malmesse infrastrutture iblee».

Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

RagusaFotoFestival

fotofestivaragusa, festival fotografia ragusa, giuseppe leone, giovanni chiaramonte fotografo, gianni cipriano fotografo, , tano d'amico fotografo,  enzo sellerio, Venerdì  29 giugno comincia la prima edizione del “RagusaFotoFestival” un festival dedicato alla fotografia e ispirato quest’anno al lavoro di Enzo Sellerio. Mostre, incontri e laboratori si alterneranno per tre giorni in varie sedi: il City, la chiesa di S. Teresa e l’auditorium di S. Vincenzo Ferrari, palazzo Cosentini.

Dalla Home del sito http://www.ragusafotofestival.it/

“La prima edizione di Ragusa Foto Festival, dedicato al grande fotografo ed editore Enzo Sellerio, parte rendendo omaggio ai fotografi siciliani che con la propria esperienza hanno influenzato generazioni di professionisti di tutto il mondo, ai loro maestri e a quanti oggi ne proseguono la tradizione e la ricerca. Tre giorni ricchi di occasioni di verifica, di crescita e di confronti con autori, critici, photo editor e addetti di fama internazionale per parlare di fotografia.”

 

Le mostre si terranno a palazzo Cosentini e saranno dedicate a noti e meno noti fotografi siciliani come il nostro Leone, il giovane Gianni Cipriano di Palermo. La mostra sarà anche un’occasione per ammirare le foto di Giovanni Verga, di cui abbiamo già parlato. Palazzo Cosentini verrà aperto ai visitatori venerdì alle 18 e e resterà visitabile fino a domenica 1 luglio. 

Al City si terrà invece una rassegna cinematografica dedicata alla fotografia, verrano proiettati “City of God” “Funny Face” e “La Finestra sul cortile” 

Il programma completo è visibile qui

 Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

Premio “Mimì Arezzo”

1309903931_mimi_arezzo.jpegUn anno fa veniva a mancare Mimì Arezzo, noto cultore della storia e delle tradizioni ragusane.

Per ricordarlo, il 29 giugno alle 18, presso presso l’Auditorium della Scuola Regionale dello Sport di Ragusa, si terrà “Omaggio a Mimì Arezzo, un uomo di Ragusa”, con una serie di interventi e, alla fine, un concerto dal titolo “Una Ragusa da Amare” – lo stesso titolo della collana dei volumi sulla nostra città scritti da Mimì Arezzo.

Verrà inoltre lanciata la prima edizione del premio “Una Ragusa da Amare”, rivolto agli studenti iblei delle scuole medie, che premierà il migliore elaborato in prosa o in poesia avente come tema la bellezza del territorio ragusano. La premiazione avverrà il 7 dicembre. Maggiori informazioni sulla pagina del sito dell’associazione culturale “Gli ultimi cantastorie”.


Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

ARTEinArte 2012

2-09-13-33-2176.jpgSabato 30 e domenica 1 luglio, in occasione della seconda edizione di ModicaMieteCulture, si terrà la mostra-evento ArteinArte.

All’interno del chiostro di S. Anna, aperto al pubblico per l’occasione, artisti esordienti ed affermati esporranno le loro opere seguendo un tema prestabilito, “l’estasi”.

Dalla pittura alla fotografia, dalla musica alla scultura, dalle perfomance live alle installazioni multimediali, “ARTEinArte 2012” si preannuncia come una stimolante contaminazione tra le differenti forme espressive ed uno degli eventi di punta della seconda edizione di “ModicaMieteCulture”. 

Oltrea alla mostra,  sarà possibile visitare la chiesa di S. Anna, chiusa al pubblico da più di dieci anni, accompagnati dallo storico Paolo Nifosì. “ Si tratterà quindi di un evento nell’evento che le nuove generazioni non possono perdere al fine di aggiungere un tassello nella conoscenza dell’immenso patrimonio architettonico cittadino, ancora da scoprire ed i meno giovani al fine di riappropriarsi di un bene che appartiene a pieno titolo alla prestigiosa storia della Contea di Modica.”

Fonte delle citazioni www.ragusanews.com


Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

 

 

 

Tutti in sella… o quasi!

38181att_invito_tutti_in_sella (1).jpgGiovedì 21 giugno (dalle 10,00 in poi), presso il Maneggio Comunale di Ragusa in via Magna Grecia, si terrà la manifestazione “Tutti in sella … o quasi!”, organizzata dalla Società Ippica Ragusana in collaborazione con l’Anffas Onlus Ragusa.

 

La manifestazione ha lo scopo di favorire la socializzazione di bambini disabili con l’aiuto dei cavalli. Parteciperanno all’evento scuole e associazioni che si occupano di bambini con disabilità.

Dal sito del comune: “Al maneggio ci sarà la possibilità di stare a contatto con i cavalli con l’assistenza degli istruttori specializzati per promuovere l’attività di sport equestre e di ippoterapia, un modo semplice e diretto per coinvolgere i bambini, gli insegnanti e le famiglie che magari si avvicinano per la prima volta a questi meravigliosi animali che possono dare davvero molto.”


Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

 

 

 

Tassa sui turisti confermata

tassa turisti ragusa,tassa soggiorno ragusa,turismo ragusaÈ della scorsa settimana la notizia che la tassa di soggiorno  per i turisti è stata confermata. Dal 1 luglio i turisti ospitati in alberghi, bed and breakfast, residence, dovranno pagare 1 euro per ogni giorno di permanenza, fino ad un massimo di 15 giorni. Chi soggiorna in campeggi ed ostelli pagherà 50 centesimi.

Dal sito del comune: “L’Assessore ai servizi tributari Michele Tasca informa che dal 1° luglio scatta l’obbligo del pagamento dell’imposta di soggiorno che dovrà essere applicata dagli alberghi, residenze turistico alberghiere, campeggi, villaggi turistici, case per ferie, ostelli per la gioventù, esercizi di affittacamere (compresi bed end breakfast), case ed appartamenti per vacanza, residenze d’epoca, residence che operano nel territorio comunale.”

Sono esonerati dalla tassa i bambini fino a 14 anni, i disabili, le forze dell’ordine in servizio e chi assiste un  malato ricoverato in uno degli ospedali del nostro comune.

Qui il regolamento completo.

Il regolamento informa che i proventi di questa nuova tassa verranno utilizzati per migliorare il turismo nella nostra città. Ma considerando che la tassa è obbligatoria solo per il comune di Ragusa, temo che molti turisti, per risparmiare una cifra che può anche diventare considerevole, preferiranno pernottare in comuni vicini.  

 

Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

 

 

 

C’era una volta a Valleventura

c'era una volta valleventura, festa di fine anno valleventura scicli, associazione tir na nog, triskelia festival, Il 23 e 24 giugno l’associazione Tir-Na-Nog organizza, nel bosco di Valleventura, una festa di chiusura anno scolastico per i bambini dai 3 ai 13 anni. Abbiamo già parlato del parco attrezzato Valleventura perché quest’anno è stato la sede del Triskelia festival, l’ormai celebre festival celtico organizzato da Tir-Na-Nog. Questa volta il suo suggestivo bosco ospiterà i giochi e i mestieri di una volta. Dalla Pagina Facebook dell’evento:

“FESTEGGIA LA FINE DELL’ANNO SCOLASTICO CON NOI! Nel suggestivo scenario del bosco di Valle Ventura attività ludiche, animazione e musica dal vivo per bambini e famiglie.”

I GIOCHI

Il Palo della Cuccagna

Pista Saponata

Torneo di Roverino

Skull Palla di Pezza

Giostra col Pony (vero)

Highlands Games: Tiro alla Fune, Corsa coi Sacchi, Lancio del Ceppo

Cruciverbone a Tema

Il Corridoio delle Sfingi

Pittura, disegno e trucchi sotto gli alberi

La Pentolaccia E tanti altri…


I MESTIERI 

L’ Antico Giocattolaio

Lo Stagnino 

Lo “Scarparo”

Il Ferraio


L’ingresso al parco è gratuito per i bambini che a scuola hanno ricevuto il biglietto omaggio. Gli adulti pagheranno 5 euro mentre i bambini senza biglietto 3 euro.

Per info: associazione.tirnanog@gmail.com


 

Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

 

Piazza Libertà avrà un nuovo volto

piazzaliberta.jpgMentre i lavori in corso in via Roma sono ancora in alto mare (cosa che ha fatto a più riprese sollevare le proteste dei negozianti), il sindaco di Ragusa è già pronto per una nuova sfida: la riqualificazione di piazza Libertà, attualmente adibita a parcheggio e snodo veicolare. 

Proprio ieri, all’hotel Mediterraneo, è stato presentato il progetto, che prevede la ripavimentazione e la modifica della viabilità, con l’interruzione del transito verso via Pennavaria. La piazza verrà ripavimentata interamente in pietra ragusana, gli alberi verranno rimossi, anzi “spostati” (così ci garantiscono) e sostituiti da fioriere. 

Così si esprime l’architetto Giorgio Colosi, progettista assieme a Stefania Campo: «L’idea di ridurre gli arredi urbani all’essenziale arriva dopo una serie di valutazioni molto serie che discendono dal principio di rispetto assoluto del progetto originario». Si vuole in pratica ripristinare l’estetica fascista prevista in origine da Ernesto Lapadula, l’architetto che progettò piazza Impero (questo l’originario nome) nel 1934.

Non si nasconde, infatti, l’idea di usare nuovamente la piazza come un luogo di adunanze oceaniche: ci informano, infatti, che la piazza può contenere 30 mila spettatori – più o meno il numero degli elettori di Dipasquale all’ultima tornata elettorale.


Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

 

Workshop di fotoreportage al Bauz

bauz,corso fotografia ragusa,workshop fotoreporter ragusa,delizia flaccaventoDal 19 al 23 giugno si terrà al Bauz un corso per aspiranti fotoreporter, per tutti quelli che vogliono utilizzare la fotografia per raccontare ed informare. Il Workshop sarà tenuto da Delizia Flaccavento una fotografa documentarista attualmente impegnata ad Istanbul come freelancer.

Il corso verrà presentato domenica 17 giugno al City con la proiezione del documentario “Girls of hope” di  Ayesgul Selenga Taskent, l’ingresso è libero.

Il corso invece, articolato in 4 lezioni per un totale di 12 ore, ha un costo di 120 euro. Alla fine i partecipanti creeranno un proprio reportage da esibire durante un evento a loro dedicato. Le iscrizioni sono aperte fino al 17 giugno.

Diseguito il programma del workshop:

Martedì 19 giugno, ore 18,00 – 20,30

revisione dei portfoli dei partecipanti, introduzione al reportage fotografico

Giovedì 21 giugno, ore 18,00 – 20,30

esempi di reportage fotografico, scelta del progetto e piano d’azione per il fieldwork

Sabato 23 giugno

ore 10,00 – 13,00 – uscita guidata per la realizzazione del fotoreportage

ore 15,00 – 19,00 – picture editing e photo sequencing


Per info e iscrizioni: Bauz 0932-1914947 370-1262270 info@bauz.it

 Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.

 

Modica Miete Culture 2012

Modica, Modica Miete Culture, jazz, jazz festival a Modica, Modena City Ramblers, Modena City Ramblers a Modica, Moni Ovadia, Piero GuccioneParliamo ancora di un appuntamento modicano. Modica Miete Culture è un festival culturale ricco di appuntamenti artistici, musicali e filosofici che accompagneranno l’estate modicana da giugno ad agosto. Per usare le parole degli organizzatori, è «un progetto vasto e ambizioso, che vuole far rivivere l’antica tradizione del “Giugno Modicano”, diffondendo ancora in una città dalle solide radici contadine, il senso e l’atmosfera della festa per la natura che dona e aiuta a vivere. Giugno come tempo dell’aia, in cui ci si riuniva a far festa nelle notti della mietitura, e che ora diventa il tempo dell’agorà, in cui tutti siamo chiamati a confluire e a godere».

Il programma, davvero ricco, si può consultare qua; tra gli ospiti più notevoli vi sarà Piero Guccione, i Modena City Ramblers che si esibiranno in un concerto unplugged la sera di domenica 17 giugno in piazza Monumento, Moni Ovadia che giovedì 14 giugno alle 21.30 terrà uno spettacolo dal titolo Senza confini. Ebrei e zingari nella scalinata della chiesa di San Pietro.

Oggi a palazzo San Domenico ci sarà la conferenza stampa di presentazione; dal 13 al 17 giugno Contaminazioni, Festival di Poesia e Culture di Confine e poi si proseguirà a giugno con altri spettacoli artistici, con Arte in Arte – Estati e con Sicilia Barocca, un concorso di danza. Dal 9 al 12 agosto, poi, il Modica Jazz Festival con ospiti del calibro di Gino Paoli, Maria Pia De Vito, Roberto Gatto, Martux-M, Natal Mangalavite. A chiudere, 24 e 25 agosto, I VESPRI. Civic forum in five steps, drammaturgia urbana dell’opera di Giuseppe Verdi da un’idea di Marco Scotini. Davvero un programma ricchissimo e imperdibile.

 

Ti è piaciuto questo post? Clicca su mi piace e diventa fan della pagina Facebook Il blog di Ragusa: riceverai gli aggiornamenti su ciò che c’è da sapere o da fare nella tua città.