Capodanno 2012 a Ragusa

capodanno-2012-ragusa.jpgAlmeno due sono gli appuntamenti più attesi per festeggiare il Capodanno a Ragusa.

Domani sera si attenderà il nuovo anno al Palazama, in compagnia di Roy Paci & Aretuska che si esibirà a partire dalle 01.00. La festa di capodanno avrà inizio alle 23.00 con DJ set e gli Onorara società che a mezzanotte apriranno il concerto; seguirà dalle 03.00 all’alba con DJ rotation. Il biglietto ha un prezzo di 23 € alla prevendita o di 26 € al botteghino.

Il 1° gennaio invece la Provinca di Ragusa offrirà un concerto di Capodanno presentato dall’Orchestra Sinfonica Iblea. L’appuntamento è per le 18.00 al Teatro Tenda; in programma musiche dalla Carmen di Bizet, il Danublio blu di Strauss, il Can Can di Offenbach, ‘La donna è mobile’ dal Rigoletto di Verdi e tanti altri brani, diretti da Lucia Bonfiglio e con le voci di Salvatore Guastella come tenore e Manuela Cucuccio come soprano.

Non mi resta che augurarvi un buon capodanno e un felice 2012.

Lampedusa è uno spiffero alla Saltatempo

lampedusa.jpgOggi pomeriggio si terrà alla libreria Saltatempo un incontro con  il regista e attore Fabio Monti sul suo spettacolo, uscito nel 2009, “Lampedusa è uno spiffero”.

Si tratta di un monologo tragicomico che parla di immigrazione, oriente ed occidente e naturalmente di Lampedusa: “Ma lo sai che uno dei pizzi di terra più a sud di tutta l’Europa si chiama Lampedusa? Sai, è un’isola.Piccola. Molto più vicina all’Africa (circa 90 km) che al resto d’Europa (180 km circa). E’ territorio Italiano.Da lì, puoi godere di una visuale tutta privilegiata su uno dei temi caldi del nostro scintillante presente:la migrazione enorme, biblica, di popolazioni del Sud del mondo, in direzione dell’Occidente ricco.Ma lo sai, è una bellissima visuale…” (dalla presentazione dello spettacolo).

Durante l’incontro saranno proposti parti dello spettacolo dal vivo e filmati utilizzati durante la performance a teatro. L’iniziativa è a cura dell’associazione culturale Nemoprofeta, nata a Ragusa nel 2005 con lo scopo di favorire l’integrazione sociale e culturale delle comunità più disagiate tramite corsi di formazione e teatro sociale.

L’ingresso è gratuito e l’appuntamento è per le 18 30 in via G. B. Odierna 182.

Il regalo di Legambiente alla città

conti-rifiuti-300x240.jpgPer questo Natale Legambiente ha pensato di fare un bel regalo alla città, affiggendo a sue spese la segnaletica che porta al Centro Comunale Raccolta di via Paestum. In realtà si tratta solo di striscioni provvisori che indicano la direzione da prendere per arrivare al centro. Legambiente, con questo gesto, ha la speranza di convincere il comune ad installare una vera segnaletica ben visibile.

Al centro di raccolta vanno portati i rifiuti speciali, quelli che non vanno nel cassonetto: dal divano vecchio al computer scassato, ma anche gli oli esausti e il materiale inerte. Nel caso in cui i rifiuti siano ingombranti e difficili da trasportare, ricordo che si può contattare telefonicamente la ditta Busso per il ritiro a domicilio. Il numero è 0932 669044.

Di seguito un elenco dettagliato di ciò che va portato al C.C.R. 

       MATERIALI                            CHE RIFIUTO

– Adesivi chimici                                  pericolosi

– Antine di ferro                                    ferrosi

– Antiparassitari                                  pericolosi

– Antiruggine                                            “

– Antitarli                                                   “

– Armadi in ferro                                 ferrosi

– Asciugacapelli                                 elettrico

– Aspirapolvere                                      “

– Asse da stiro                                   ferrosi

– Bancali                                             legnosi

– Battericidi                                         pericolosi

– Batterie auto                                        “

– Bianchetti                                             “

– Biciclette                                          ferrosi

– Bilancia elettrica                            elettrico

– Bilancia pesa persona                 ferrosi

– Bomboletta spray                          pericolosi

– Bulloneria                                       ferrosi

– Calcolatrici                                     elettronico

– Cartucce d’inchiostro                   pericolosi

– Casco per moto                            non recuperabile

– Cassepanche                               legnosi

– Cassette, bacinelle e

  altri oggetti in plastica dura        non recuperabili

– Cassette per frutta in legno        legnosi

– Cera per legno                              pericolosi

– Cerchioni                                        ferrosi

– Colle                                                 pericolosi

– Computer                                       elettronico

– Condizionatori                                elettrico

– Cuscini                                            non recuperabile

– Damigiane                                      vetro

– Diluenti                                            pericolosi

– Diserbanti                                             “

– Divani                                               non recuperabili

– Doghe                                              legnosi

– Ferro da stiro                                  elettrico

– Finestre di legno                            legnosi

– Finestre in alluminio                      ferrosi

– Forni elettrici                                   elettrico

– Frigoriferi                                         pericolosi

– Girello                                               non recuperabile

– Crucce appendiabiti in metallo   ferrosi

– Inerti in piccole quantità

 provenienti da lavori domestici   non recuperabili

– Infissi in alluminio                         ferrosi

– Infissi in legno                                legnosi

– Insetticidi                                          pericolosi

– Isolanti                                                   “

– Lampadine                                      elettrico

– Lastre di vetro                                  vetro

– Lavastoviglie                                    elettrico

– Legno da potatura                          legnosi

– Legno verniciato                                   “

– Lettore cd                                         elettronico

– Lettore dvd                                       elettronico

– Mastici                                               pericolosi

– Materassi                                          non recuperabili

– Mobili in legno                                 legnosi

– Monitor                                              elettronico

– Oli esausti minerali                        pericolosi

– Oli esausti (olio da cucina)           recuperabile

– Ombrelloni                                        non recuperabili

– Pentole                                              ferrosi

– Pneumatici                                       auto

– Poltrone                                             non recuperabili

– Porte in legno                                   legnosi

– Porte in ferro                                     ferrosi

– Posate in acciaio                             ferrosi

– Radio                                                 elettrico

– Reti in ferro per letto                        ferrosi

– Rubinetteria                                       ferrosi

– Scaffali in ferro                                  ferrosi

– Sci e scarponi da sci                       non recuperabili

– Sdraio                                                 non recuperabili

-Sedie di legno                                    legnosi

– Sedie di plastica                               non recuperabili

– Seggiolone per bambini                        “

– Smacchiatori                                     pericolosi

– Solventi                                                     “

– Specchi                                              non recuperabili

– Stampanti                                          elettronico

– Stereo                                                 elettronico

– Strutture in ferro                                 ferrosi

– Tagliere in legno                               legnosi

– Tapparelle                                          non recuperabile

– Tastiere per computer                     elettronico

– Telefoni                                               elettrico

-Termometri                                           pericolosi

– Tintura per scarpe                                    “

– Toner                                                           “

– Topicidi                                                       “

-Trielina                                                         “

– Vernici                                                         “

– Vetro retinato                                      non recuperabile

-Videoregistratore                                elettronico

 

Speriamo che dopo questa sollecitazione anche i ragusani decidano di fare un regalo alla città non buttando più vicino ai cassonetti forni rotti e materassi. 

 

Foto  http://www.telenovaragusa.com/

Fonte http://legambienteragusa.com

Presepe vivente a Ispica

home_1_01.jpgOggi, nell’ultimo post prima di Natale, voglio segnalare uno dei presepi viventi più suggestivi che verrà allestito in provincia: il Presepe Vivente di Ispica, giunto quest’anno alla 15° edizione, ambientato nel magnifico scenario della Cava d’Ispica. Nelle suggestive grotte della cava gli attori insceneranno ancora una volta la nascita del Messia.

Il presepe sarà visitabile il 25, il 26 e il 30 dicembre nonché l’1 e il 6 gennaio 2012, dalle 17 alle 21. È possibile prenotare i biglietti fin d’ora sul sito ufficiale: www.presepeviventeispica.it

Ne approfitto per augurarvi un sereno Natale.

Mercatino di Natale a Scicli

scicli_vista_croce.JPGDomani nel centro storico di Scicli prenderà il via la prima edizione del “Mercatino di Natale”, una manifestazione tutta dedicata a questa festività, con esposizione di produzioni artigianali natalizie e prodotti enogastronomici tipici di Scicli, ospitati da venti stand allestiti in piazza Italia.

Il mercatino verrà inaugurato domani mattina alle 10; gli stand rimarranno aperti fino al 24 dicembre dalle 10 alle 20. Sicuramente è un’occasione per acquistare gli ultimi regali senza spendere troppo e per incentivare il turismo verso questa bella cittadina della provincia.

Presepi viventi

presepevivente4.jpgNella settimana che precede il Natale è mio dovere segnalarvi i vari eventi che animeranno la nostra provincia. Devo dire che tra presepi viventi, mercatini e spettacoli all’aperto ho proprio l’imbarazzo della scelta. Partiamo dunque da due importanti presepi viventi, diventati ormai una tradizione: quello di Monterosso Almo e quello di Giarratana

In entrambi i paesi la struttura dell’abitato, fatta di viuzze strette e labirintiche, aiuta moltissimo a creare l’atmosfera giusta per un perfetto presepe; a completare l’opera saranno poi gli attori che riporteranno momentaneamente in vita  vecchi mestieri ormai estinti come “u curdaru”, “u scarparu” e “a lavannara”. Sembrerà insomma di fare un viaggio a ritroso nel tempo.

A Monterosso il presepe è giunto alla sua ventisettesima edizione e  si terrà nel quartiere Matrice il 26 dicembre, l’1, il 6 e l’8 gennaio, a partire dalle 17 30. L’organizzazione è affidata all’associazione “Amici del Presepe”. Per informazioni è possibile contattare il 339.8739007 o visitare il sito http://www.presepemonterosso.tk/

A Giarratana sarà l’antico quartiere del “Cuozzu” ad ospitare il presepe, mentre la grotta della Natività sarà posta nella sommità nel quartiere, tra le rovine del castello dei marchesi Settimo. I giorni per visitarlo saranno il 26 e 27 dicembre e il 5 e 6 gennaio, a partire dalle 18. 

AssociAttivamente

locandina.jpgQuesto weekend, “sotto i portici di piazza San Giovanni… e dintorni”, si terrà AssociAttivamente, due giornate della partecipazione e del volontariato, a cura di “Una ROSA per Ragusa”, la Rete Organizzazioni Sociali e Associazioni. 

Il programma prevede: sabato mattina l’inaugurazione della mostra fotografica “Spazio dei ricordi”, pomeriggio una passeggiata fotografica per le vie del centro (“I luoghi di aggregazione tra passato e presente”) con proiezione serale del video e delle foto della passeggiata; domenica mattina una tavola rotonda con presentazione del patto etico, e costituzione della R.O.S.A., con esibizione del gruppo musicale «Tir Na Nog» alle 11 e alle 12 il “Teatro forum”.

All’iniziativa parteciperanno diverse associazioni, tra cui: AGEDO, ARCIGay Rg, Colibrì, gli istituti  scolastici Vann’Anto’, Ecce Homo e Pascoli, Kalura, Movimento x Ragusa, Progetto «Voglio Dire» e Terra e Popoli.

La Magica Cubosfera

magica cubo.jpgQuesta sera al Lumière si terrà uno spettacolo teatrale per grandi e bambini: “La Magica Cubosfera”, una fiaba messa in scena dai piccoli attori della compagnia G.o.D.o.T. 

“Come nelle favole più belle, anche in questa ci sono fate, gnomi, maghi e streghe; come in quelle, anche in questa c’è un assistente mago, guardiani di castelli, una principessa, funghi parlanti; ma c’è anche una psicanalista, un’istitutrice, una bimba che nessuno ascolta e… una sfera magica; tanto magica da non essere più una sfera ma un cubo: la magica cubosfera.Se l’apparenza però inganna l’occhio, la sostanza resta intatta; è un cubo sì, ma resta sempre magico, all’interno del quale è possibile vedere rispecchiata una realtà trasformata, proprio come succede nei sogni. Si ripropone così l’eterno dilemma tra finzione e realtà, tra attore che interpreta e personaggio interpretato. I ragazzi hanno lavorato anche su questo che, traslato nella vita quotidiana, diventa grande metafora tra l’apparire e l’essere, tra la sembianza e l’essenza stessa delle cose. Anche i personaggi che ruotano intorno allo strano oggetto – sorta di ibrido geometrico – sono doppi e si dividono tra come gli altri li vedono e come in realtà sono. E’ meglio portare avanti la propria “normalità”, anche se non sempre accettata da tutti o, al contrario, è più giusto fingere di essere altro da sé? Personaggi e storie che solo a teatro possono avere una loro ragione di “apparire” e, dunque, di ”essere”.  (fonte www.compagniagodot.it/).

L’appuntamento è per le 21 e l’ingresso è di 5 euro.

 

Seminario di studi sui disturbi dell’apprendimento

Apprendimento_sviluppo_personale.jpgOggi a partire dalla 9 30 si terrà a Villa Di Pasquale un seminario di studi sui disturbi specifici dell’apprendimento. 

Ad aprire la conferenza sarà Giuseppe Occhipinti, neuropsichiatra infantile e direttore del Gruppo multidisciplinare distrettuale dell’handicap di Ragusa. Si parlerà delle difficoltà di integrazione che studenti portatori di handicap possono trovare all’interno dell’ambiente scolastico e delle possibili soluzioni di tale disagio. Verrano presentati poi i progetti portati avanti in alcune scuole della provincia sul tema della formazione e dell’integrazione. 

L’iniziativa è a cura del Fondo sociale europeo regione Sicilia, nell’ambito del programma operativo obiettivo convergenza 2007-2013. 

Costa Iblea Film Festival

costaiblea_15-214x300.jpgCostaIblea Film Festival, manifestazione imperdibile per ogni appassionato di cinema siciliano, è giunta alla 15° edizione.

Quella di quest’anno è dedicata al 50° anniversario di Divorzio all’italiana, memorabile film di Germi, uno dei primi ad essere stati girati a Ragusa.

Il Carrubo d’Oro, invece, verrà assegnato quest’anno a Dario Argento, il più celebre regista italiano di horror. La consegna è programmata per il 10 dicembre. Negli altri giorni verranno comunque proiettati i grandi successi del regista, da Profondo rosso a Suspiria passando per Il gatto a nove code.

La rassegna, cominciata ieri, è ospitata dal Cinema Lumiere. L’ingresso è libero e a fine serata saranno offerti dei rinfreschi a buffet.