Il mondo dei manga a Modica

lamu01.jpgDal 3 al 5 giugno si terrà a Modica “Modix”, un evento dedicato al mondo dei manga e dei videogiochi, voluto dall’associazione “Officina Kreativa” di Modica.

I partecipanti potranno sfidarsi a tornei di PSP e di WII,  partecipare al concorso per il fumetto migliore e praticare il Cosplay, cioè indossare un costume che rappresenti un personaggio dei fumetti o dei videogiochi. “MODIX è l’evento che presenta Modica come villaggio dei cartoni, in un’atmosfera sensazionale di colori, musica, rappresentazioni, iniziative artistiche, il tutto miscelato con notevole divertimento, voglia di comunione, scambio di conoscenze culturali, importanti momenti di aggregazione, soprattutto giovanile.” Un’ occasione da non perdere per i ragusani appassionati di manga che non sono certo abituati a partecipare ad eventi simili nella propria provincia.

 L’appuntamento è in piazza Campailla dalle 18 in poi, per maggiori informazioni o per iscriversi ad uno dei concorsi ecco la pagina uficiale dell’evento http://www.modicacomix.com/

 

Elezioni amministrative 2011

L’appuntamento più importante di questo fine settimana è scritto su tutti i muri in maniera ossessiva, si tratta delle elezioni amministrative con le quali sceglieremo il nuovo sindaco e il nuovo  consiglio comunale.

Le liste presentate sono in tutto 17: 9 appoggiano la candidatura di Nello Dipasquale, il sindaco uscente, 5 quella di Sergio Guastella esponente del PD e 3 liste sostengono il terzo candidato sindaco, Salvatore Battaglia. Il numero degli aspiranti consiglieri comunali è indeterminabile, lo si intuisce dalla quantità di santini sparsi ovunque nelle strade come nelle case;  molti sono giovani, forse attirati dalla speranza di ottenere finalmente una sistemazione economica (e pensare che una volta la politica si faceva per vocazione).

Svariati i metodi di persuasione dei candidati: si va dai tradizionali concerti-banchetti gentilmente offerti da, agli autobus musicanti e ai flash mob. Per chi, nonostante tutto ciò, non avesse ancora le idee chiare, consiglio la visione di una intervista tripla ai candidati a sindaco.

Il video, che ha già ottenuto un elevato numero di visualizzazioni, è stato realizzato da Generazione zero, una rivista on-line nata dall’idea di giovani giornalisti capaci, a cui dedicherò uno dei prossimi post.

 

 

 

Qui la seconda parte

Melodica: Concerto Orchestrale di chiusura

imaestri.jpg

Anche quest’anno la stagione concertistica curata dall’associazione musicale Melodica volge al termine. Dopo una stagione di esibizioni in duo, in occasione della chiusura vedremo sul palco un’intera orchestra, l’Orchestra “I Maestri” di Londra – di recente formazione ma con un vasto repertorio – diretta da George Hlawiczka. Per l’occasione si esibirà al pianoforte Laura Nocchiero, direttore artistico dell’associazione; il programma sarà dedicato a Bach e Haydn.

L’appuntamento è per sabato 28 alle ore 20 presso la sede della Camera di Commercio, in piazza Libertà.

L’Odissea della dea

Deam.jpgIn occasione del ritorno a casa della Dea di Morgantina si terrà al Centro Culturale Diaz una conferenza dal titolo “La Dea di Morgantina e la scultura greca al femminile”. L’incontro è fissato per le 18 e sarà tenuto dal professore Alfredo Campo.

La statua greca – alta più di 2 metri –  era scomparsa da Morgantina ormai tren’anni fa, rubata da tobaroli; dopo anni di peregrinazioni era stata acquistata dal Paul Getty Museum di Malibu per 18 milioni di dollari. Gli Stati Uniti hanno poi concesso alla Dea di ritornare nella sua terra, così  dopo mille avventure il 18 maggio la statua è stata consegnata alla Regione Sicilia ed esposta al museo archeologico di Aidone

A Ibla i giochi di una volta

calacipitu.jpg

Non ci sono più i giochi di una volta: la televisione e le pubblicità sono riuscite a plagiare i bambini e le loro famiglie, a convincerli che un videogioco è più divertente di una bicicletta e che comprare un giocattolo è meglio che costruirselo da sé. Non sono lontani i tempi, infatti, in cui – complice una vera penuria economica – i giocattoli come li conosciamo oggi, in plastica e prodotti in serie, non esistevano; così i piccoli si arrangiavano come meglio potevano. 

Una delle realizzazioni che andavano per la maggiore era il cosiddetto ‘calacipitu’: una sorta di carretto assemblato alla meno peggio con delle assi di legno e dei cuscinetti come ruote. Per gli appassionati, ma anche per i semplici curiosi, il gruppo “U calacipitu” organizza anche quest’anno “Ricordando… Calacipitu e giochi per tutti… come una volta”, rassegna giunta alla seconda edizione dopo il successo dello scordo anno. L’appuntamento è per domenica, dalle 9 alle 13, in piazza Duomo a Ragusa Ibla.

A Roma le proteste per l’aeroporto di Comiso

Runway.Comiso.jpgÈ davvero senza fine la storia dell’aeroporto di Comiso. Usato come base militare americana, chiuso, riaperto, richiuso, dedicato a Pio La Torre e poi rinominato ‘Vincenzo Magliocco’ – come nel periodo fascista -, a tutt’oggi, ormai completo, sembra sempre ad un passo dall’apertura ai voli civili, ma si tratta di un’attesa continuamente delusa.

Il mese scorso, dopo una marcia lenta in segno di protesta, è stato fondato il comitato ristretto a favore dell’apertura dell’aeroporto e del completamento della Ragusa-Catania.

Lo stesso comitato ha organizzato, per oggi pomeriggio a Roma, una manifestazione per sollecitare il ministro dell’Economia a firmare il decreto che dovrebbe rendere operativo lo scalo di Comiso. Saranno presenti i presidenti delle province di Catania, Ragusa e Siracusa e diversi sindaci. A questo punto non ci resta che sperare nella capacità di ascolto di Tremonti. 

 

 

 

Libri in Cammino

walkingbooksign.jpgDa qualche settimana è partita a Ragusa l’iniziativa “Libri in Cammino” che interessa librerie e botteghe del centro. La proposta è del laboratorio “Insieme in Città” e ha già ottenuto un discreto successo. “Con un libro sottobraccio si potrà vagare da un negozio all’altro, entrare e farsi incuriosire dai titoli presenti, prenderne uno, avendo la sola regola di lasciarne un altro, su cui verrà apposta un’etichetta autoadesiva che testimonierà l’ingresso del libro nel circuito dei “Libri in Cammino”. (www.saltatempo.it)

Gli esercizi che aderiscono all’iniziativa sono: Libreria Paolino, Libreria Flaccavento, Libreria Mondadori, Libreria Saltatempo, Libreria Anima, Nuova Libreria Iblea, Cartoleria Leggio, Taberna dei cinque sensi, Due volte Longe Bar, Caffè Italia, Caffè Bistrò, Spazio Forni, Centro Copie, Stefanel, Rosso Fulvio Parrucchieri, Prenatal, Grankio design shop, Enrica Carboni Creazioni, Fuori Tema Laboratorio Creativo, Bar Zizzi Wine Shop, Ossidiana Ceramiche De Simone, City Park, Galleria Il Chiodo, Libreria Ubik, Lucernaio Pub.

È un’occasione per fare un giro a piedi  in centro motivati dalla ricerca di un libro interessante da portare a casa, e un modo per ridare nuova vita ai libri che lasciamo a riempirsi di polvere perché non ci interessano più. Ma, come mi disse un libraio, cerchiamo di far girare libri “seri” altrimenti l’iniziativa morirà prima di nascere. 

La Confessione a Modica

manfre.jpgDal 25 al 29 maggio arriva a Modica il celebre spettacolo di Walter Manfrè “La Confessione”. Per l’occasione la Fondazione Teatro Garibaldi si sposterà per la prima volta dalla sua sede trasferendesi all’interno del Chiostro di S Maria del Gesù.

La Confessione è uno spettacolo fuori dalla norma riservato solo a venti spettatori che parteciperanno attivamente alla rappresentazione:”dopo l’accesa omelia di un prete folle, ogni attore, seduto al suo inginocchiatoio, “reciterà” la proprio “colpa” allo spettatore di turno, che, spostandosi fra i diversi inginocchiatoi, potrà ascoltare le singolari confessioni di ognuno. Nella rappresentazione lo spettatore se è un uomo diventa il confessore di una attrice, se donna, di un attore, amplificando così la curiosità tutta umana di spiare i peccati altrui.”(http://www.gosabina.com).

Lo spettacolo nato nel 1993 ha girato i teatri di tutto il mondo riscuotendo un grande successo di pubblico e critica, i testi recitati dagli attori sono di breve durata e raccontano senza censure manie vizi e colpe della gente comune.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al botteghino del teatro Garibaldi 0932 1972298.

Carrubi secolari addio

carrubo.jpgMese dopo mese continua a crescere nella nostra provincia la quantità di terra sacrificata al cemento e alle costruzioni umane. Senza nessun rispetto per il piano paesaggistico sorgono dall’oggi al domani villette e capannoni, intere aree campestri vengono sottoposte a carotaggi alla ricerca di petrolio o coperti da pannelli fotovoltaici.

Con il nuovo impianto fotovoltaico che sorgerà nella periferia di Santa Croce non è stato però compromesso soltanto un pezzo di terra ma un carrubeto secolare. La ditta responsabile dell’impianto dice di avere tutte le carte in regola ma, come ricorda il responsabile di Legambiente Claudio Conti  “la normativa vigente vieta tassativamente l’abbattimento degli alberi di carrubo, mentre l’eventuale loro trapianto in altro sito è autorizzato solo per individui di età inferiore a sei anni”, come è possibile allora che l’azienda abbia ottenuto l’autorizzazione della forestale a “spostare” carrubi di età parecchio superiore ai sei anni?

Sappiamo che l’energia solare è una preziosa risorsa che va sfruttata, ma siamo sicuri che quel terreno coi carrubi fosse l’unico posto in cui poteva sorgere l’impianto? O dobbiamo pensare che nessuno ha l’interesse di tutelare un carrubeto secolare in quanto questo non produce nessuna ricchezza immediata?

Zichichi ragusano onorario

zichichi.jpgL’attuale sindaco di Ragusa, Nello Dipasquale, ha pensato di dare alla città un segnale forte di apprezzamento nei confronti della scienza; pertanto ha deciso di concedere la cittadinanza onoraria a uno degli uomini di scienza più celebri che abbiamo in Italia: il professore Antonino Zichichi.

Di origini siciliane, il fisico è noto presso il grande pubblico per la sua instancabile attività di divulgatore televisivo, resa possibile dalla sua sterminata conoscenza scientifica mai in contrasto con la sua fede religiosa: come scrive in Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, «credere in Dio è più logico e scientifico che credere nel nulla»; d’altronde «è nel seno della Chiesa di Cristo che ha avuto origine la Scienza».

La consegna della cittadinanza onoraria avverrà oggi pomeriggio alle ore 18 presso l’Auditorium San Vincenzo Ferreri a Ibla. Per l’occasione Zichichi terrà una conferenza dal titolo “Il vero motore del progresso scientifico, industriale e civile è la scoperta scientifica”, in cui probabilmente l’illustre scienziato riproporrà la sua concezione in base alla quale «per fare una scoperta scientifica è necessario arrendersi alla superiorità intellettuale del Creatore di tutte le cose visibili e invisibili, e realizzare un esperimento».