Buon 2011

buon 2011.jpg Un augurio che vorrei non formale e non scontato a tutti i frequentatori di queste pagine dal vostro blogger.

Riprenderemo da Lunedì le nostre divagazioni sui temi che ci stanno a cuore e sulle iniziative a nostro giudizio più significative di questa straordinaria provincia.

Il 2010 è stato l’anno della coscienza della crisi, anche dalle nostre parti. Una crisi che non è solo economica ma che riguarda il modello di sviluppo che questa provincia intende perseguire. La vicenda del Parco degli Iblei, che è giunta a una fase cruciale, ne è l’emblema: ne riparleremo presto perchè c’è molta preoccupazione per lo svilimento che si tenta di operare da parte dei soliti interessi predatori che preferiscono aver le mani libere nella gestione di questi territori.

Ma l’agenda per il 2011 è piena di appuntamenti incombenti che via via porremo alla vostra attenzione: l’aeroporto, la biblioteca comunale, il piano paesistico…

Ma anche la musica, la cultura, le feste e le tradizioni popolari così sentite e così radicate nella nostra gente.

Non resta che augurarVi una serena notte di Capodanno e un ottimo 2011 a tutti. Buon anno!

L’anno se ne va…

weblink_virgilio.jpg Il 2010 volge al termine ed è tempo di fare qualche bilancio sull’anno appena trascorso.

Vorrei perciò parlare dell’avventura di questo blog, iniziato quasi per gioco aderendo all’iniziativa di Virgilio di animare le pagine dei “portali” cittadini di quindici capoluoghi sparsi un po’ in tutta Italia – progetto che dopo questa fase sperimentale dovrebbe presto coinvolgere tutti i capoluoghi.

Le statistiche delle visite e delle pagine consultate del Ragusablog sono raddoppiate rispetto al Dicembre 2009, con una crescita più significativa nell’ultimo quadrimestre dell’anno. Praticamente una media di visitatori unici di 200 al giorno, con oltre 500 pagine visitate quotidianamente.

Non mi aspettavo tanto… Ma se devo fare un appunto a me stesso devo riconoscere che i commenti languono un po’: colpa degli argomenti trattati?  Però le visite aumentano! Scarsa propensione al dibattito da parte dei visitatori? Può darsi… Ma allora è d’obbligo sottolineare che il bello del web, l’aspetto di vera rivoluzione che esso rappresenta, risiede nella bidirezionalità del flusso comunicativo, nella possibilità del feedback, dello scambio. Quello che i media tradizionali non consentono (giornali, radio, tv) è proprio la facoltà del “lettore”, del “pubblico”, di non essere solo destinatario passivo ma di rendersi attivo nel modificare e criticare il punto di vista proposto.

Quindi faccio quest’esortazione: commentate, segnalate, contestate, sentitevi partecipi e coautori di questo spazio… Anche questo può contribuire a rendere più utili e interessanti queste pagine e a meglio rappresentare la vivacità di questa città e di questo territorio.

Buon anno nuovo a tutti!

Classica a Ibla

teatro donnafugata.jpg Un po’ in tutto il mondo si è celebrato, in quest’anno che se ne va, l’Anno Chopiniano nel duecentesimo anniversario della nascita del compositore polacco.

Anche a Ragusa, in extremis, si celebra l’evento con un concerto che inaugura la stagione di musica classica al Teatro Donnafugata di Ibla; l’appuntamento è per domani Martedi 28 alle ore 19:00.

In programma il pianista Alessio Cappello che eseguirà musiche di Chopin e Rachmaninoff. Per una panoramica sulla stagione artistica del Teatro potete visitare il sito a questo link.

Il Teatro Donnafugata, piccolo gioiello architettonico incastonato nel cuore di Ragusa Ibla, si affaccia lungo la strada principale del quartiere barocco, corso XXV Aprile; l’ingresso è in via Pietro Novelli, una traversa.

Buon Natale!

presepe-scicli.jpg Vi segnalo per questi giorni dedicati alle tradizioni e ai riti l’iniziativa della Città di Scicli che presenta un variegato programma di eventi.

Tra questi, in particolare, un tour guidato ai presepi allestiti nelle chiese e in abitazioni private, aperte per l’occasione anche ai visitatori esterni.

“Le vie dei Presepi” è un itinerario ragionato di una delle tradizioni più sentite per il Natale. Questi i principali siti a disposizione dei visitatori con gli orari di visita:

Da Dicembre 2010 a Gennaio 2011 – Orario di apertura dei Presepi

Giorni feriali dalle ore 18,00 alle ore 20,00. Sabato e festivi dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 17,00 alle ore 21,00.

– Presepe Artistico del Sig. Pisani Carmelo Via Musso n. 25 – Via Parini n. 5

– Presepe Privato Famiglia Caruso – Via Parini n. 5

– Presepe Chiesa di San Bartolomeo – Via San Bartolomeo –

– Presepe Chiesa di Piedigrotta

– Presepe realizzato dalla Sig.ra Gisa Penna – Via Penna

– Presepe Fratelli Marinero Via Dolomiti – Cava S. M. La Nova

– Presepi in miniatura M.A.S.C.I. – Chiesa Carmine Piazza Busacca

Per maggiori informazioni su tutte le iniziative in programma a Scicli, questo è il link al sito del comune.

Auguri a tutti!

(nella foto il presepe cinquecentesco della Chiesa di San Bartolomeo)

Concerto di Natale

Laura Nocchiero.jpg Forse un po’ in sordina questo Natale 2010 in città: non sono molte le iniziative in programma… Sarà anche questo un segnale di crisi.

In ogni caso il Natale è la festa delle famiglie e il freddo di questi giorni incoraggia a rimanere nel tepore domestico, vicino ai propri cari.

Se comunque volete uscire un po’ e ascoltare un bel concerto, proprio per la serata del 25 è in programma il Gran Concerto di Natale presso il Teatro Tenda di via Mario Spadola, che quest’anno coincide con l’apertura della stagione concertistica di Melodica, l’associazione musicale cittadina diretta dalla valente Laura Nocchiero (nella foto), pianista e animatrice culturale.

L’appuntamento è per le ore 20:30. Si esibirà l’orchestra sinfonica di Plovdiv diretta da Leonardo Quadrini. L’ingresso è gratuito.

Giochi e crisi

gratta_e_vinci.jpg Se c’è un dato indicativo del precipitare della crisi economica è quello dell’aumento del volume di affari di lotterie, scommesse, concorsi a premio, ecc.

Il dato nuovo, ma non sorprendente, è che Ragusa si pone tra le prime venti posizioni nella classifica della spesa procapite per giochi a premio, con una cifra di 291 € per abitante. E parliamo dei soli giochi legali…

La ricerca di una via sbrigativa alla risoluzione dei problemi economici è sintomatica della diminuzione delle chances offerte dal lavoro, dallo studio, dal talento. Di qui l’affidarsi alla fortuna, anche a costo di indebitarsi ulteriormente: è di qualche mese fa l’allarme di monsignor Alberto D’Urso, segretario della Consulta nazionale antiusura, che ha collegato la diffusione del gioco d’azzardo legale all’indebitamento crescente delle famiglie italiane.

Ritorno a Baghdad

sgrena-giuliana.jpg Uno sguardo aggiornato su una drammatica realtà di cui si parla solo per le bombe è quello che ci viene proposto domani, Sabato 18, per la presentazione del libro “Il ritorno: dentro il nuovo Iraq” alle 18:00 presso la sala conferenze dell’Hotel Principe d’Aragona a Modica (corso Umberto 281).

L’autrice Giuliana Sgrena (nella foto), inviata speciale del quotidiano Il Manifesto, fu protagonista nel Marzo di cinque anni fa del tragico rapimento che culminò con l’uccisione del funzionario Sismi Nicola Calipari ad opera di militari americani. Secondo la ricostruzione fatta grazie anche alla testimonianza della stessa Giuliana Sgrena, Calipari fece volontariamente scudo con il suo corpo per proteggere fino all’ultimo l’ostaggio appena liberato.

Recentemente la giornalista è tornata sui luoghi della guerra e ce ne riporta un resoconto aggiornato, ora che i riflettori del circuito mediatico si sono spenti e che dell’Iraq si parla solo per le stragi che ancora avvengono.

Oltre all’Autrice saranno presenti i giornalisti Angelo Di Natale e Francesco Ruta.

 

Il croissant tradizionale

Bar Armenia.gif

Come è naturale ogni anno il clima natalizio induce alle tentazioni del palato; proseguiamo quindi con i post dedicati alle suggestioni gastronomiche con una notizia che stuzzica curiosità e appetito.

Il bar di Bruno Armenia a Ispica ha iniziato da qualche settimana la produzione di croissant secondo la tradizionale lavorazione a doppia lievitazione e con il solo burro.

Per me e per i tanti estimatori della caffetteria tradizionale, in questi tempi di cornetti surgelati con la margarina che sa di pesce, è una piccola buona notizia! Approfitterò della prossima visita nella bella cittadina di Ispica per assaggiarli…

Il lievito è rigorosamente quello tradizionale, il lievito madre, ottenuto dalla accurata lavorazione del “crescente”; il che significa lievitazione lenta (due giorni), selezione delle farine, controllo di temperatura e umidità delle celle; con un risultato finale di incomparabile fragranza e sofficità e, naturalmente, più digeribile.

Nella foto l’interno dell’American Bar di Bruno Armenia, a Ispica.

Le cose da fare a Ragusa (e dintorni) almeno una volta nella vita

Scaccia.jpg Preparare le Scacce.

Il maiuscolo è d’obbligo perché non si tratta di una comune e banale focaccia: è la perfetta sintesi della sapienza agroalimentare di quest’angolo di Sicilia.

Scambiata da alcuni insipienti visitatori forestieri per una sorta di lasagna portatile, si tratta invece del felice incontro tra la profumata farina di grano duro impastata a mano e tirata sottile, il carnoso pomodoro gonfio del sole di giugno, l’olio denso dell’altipiano Ibleo e poi Lui, il re della masseria: il Caciocavallo ragusano che, anche se per incomprensibili ragioni burocratiche ha dovuto cambiare nome (ora si chiama Ragusano Dop), resta uno dei massimi prodotti caseari della Nazione.

Se non avete una zia esperta che ve le fa (è uno spettacolo vedere l’energia che queste donne dispiegano nella preparazione), potete pur sempre andare al panificio Giummarra, quello vicino al Ponte Vecchio dal lato piazza Cappuccini, e chiedere un trancio di “Campagnola”.

Ma la cosa migliore è coinvolgere l’amico/a col forno in pietra in una sessione di preparazione di focacce che poi vi dureranno giorni: imparerete qualcosa da tramandare ai figli.

New economy, green economy

2.jpg Dilemma pomeridiano: andare allo spettacolo al Centro Servizi culturali o partecipare al convegno in programma al City?

Della performance sui temi dell’integrazione culturale abbiamo parlato nello scorso post.

Il convegno al City (il loungebar di tendenza aperto nella parte nuova della Villa Margherita) ha invece per tema la presentazione del libro di Antonio Cianciullo e Gianni Silvestrini dal titolo “La corsa della green economy – Come la rivoluzione verde sta cambiando il mondo”.

La manifestazione è organizzata dalla sezione ragusana di Legambiente; l’appuntamento è per le 17:00; sarà presente l’autore Gianni Silvestrini.