Torna Chocobarocco

Chocobarocco.jpg Torna Chocobarocco a Modica, la manifestazione tutta dedicata al cioccolato che tanto successo ha registrato nelle passate edizioni.

Quest’anno il programma di si dispiega per ben sei giorni, abbracciando questo weekend e il ponte dell’Immacolata.

Numerosi gli appuntamenti d’interesse, tra gastronomia, spettacolo, cultura e arte.

Qui trovate il programma completo. Da segnalare Sabato 4 Dicembre la Lectio Magistralis di Giorgio Calabrese e il concerto serale di Niccolò Fabi. Mercoledì  gran finale con un concerto al Duomo dei Solisti Veneti.

L’appuntamento è perciò dal 3 all’8 Dicembre nello straordinario scenario della città di Modica.

Il vino nuovo

vigne.jpg Dedicare un pomeriggio alla scoperta delle delizie della nuova annata 2010 può essere una buona alternativa per questi fine settimana uggiosi.

Sono numerose le cantine che in questi giorni aprono le porte agli appassionati per far conoscere il frutto delle proprie vigne e del loro lavoro; il periodo quindi è favorevole per organizzarsi e fare un po’ di scorta.

Non dimenticate che è anche la stagione dell’olio nuovo e che molti produttori offrono visite guidate e degustazioni duplici.

Qui potete trovare un elenco di viticultori qualificati della provincia con i quali concordare (previo appuntamento) una visita con assaggio.

Perciò fatevi accompagnare da un amico astemio e, mi raccomando, bevete con intelligenza!

La guerra dei rifiuti

raccolta differenziata.jpg Rischia di scoppiare tra le mani la questione dei rifiuti in provincia. Il sindaco di Ragusa sta predisponendo un’ordinanza che vieterà di conferire i rifiuti ai comuni di Modica, Pozzallo, Ispica e Scicli nella discarica di Cava dei Modicani, prossima al collasso.

Intanto il tanto declamato programma di avvio della raccolta differenziata è fermo a una parte limitata della città e l’impianto di compostaggio inaugurato in gran pompa un anno e mezzo fa non è mai entrato in esercizio.

E’ finita l’epoca degli annunci roboanti e velleitari: sulla questione rifiuti si gioca la sopravvivenza di una intera classe politica. L’esempio disastroso di Napoli e di Palermo sono sotto gli occhi di tutti. Cos’altro serve per mettere mano in maniera definitiva al problema? Qualcuno conta di arrivare all’emergenza per avere poi mano libera e profitti a gogò?

Mostra sulla biodiversità

Legambiente.jpg Il 2010 è stato proclamato Anno Mondiale della Biodiversità e su questo argomento, cruciale per la stessa sopravvivenza della specie umana sul nostro pianeta , è in corso presso il Centro Servizi Culturali di via Diaz a Ragusa una interessantissima mostra fotografica su “Cos’è la Biodiversità, perchè è importante per noi, perché è a rischio”.

L’iniziativa della manifestazione è di Legambiente, Alliance Francaise, dell’Ambasciata di Francia e della Facoltà di Lingue di Ragusa. La mostra sarà visitabile fino al 25 Novembre ore 9:00/13:00; per la giornata di oggi, Lunedì 22, anche nel pomeriggio dalle 16:00 alle 18:00.

 

 

Metti una sera a teatro

teatro donnafugata.jpg Presentata ieri, Giovedì 18, inizia la stagione degli spettacoli 2010/2011 del Teatro Donnafugata, gioiello ottocentesco nel cuore del quartiere barocco di Ragusa Ibla.

Si parte con un concerto jazz dell’ImproGressive trio, formazione ragusana che inaugura la stagione: l’appuntamento è per stasera alle ore 19:00.

Ma il programma di quest’anno è ricco di suggestioni, a partire dal tema centrale della stagione che è il canto lirico (sapete che ho un debole per questo genere…) con diverse interessanti divagazioni nel teatro e nel Jazz.

Qui trovate il link al programma completo.

La presenza del Sindaco Dipasquale alla conferenza stampa di presentazione mi dà lo spunto per alcune considerazioni.

Io credo che in città manchi una autentica politica culturale. Al di là dei patrocini e dei contributi economici (che non si negano mai a nessuno) a varie ed eterogenee iniziative, manca un programma di largo respiro che punti prima di tutto alla formazione di istituzioni stabili (un teatro comunale, la biblioteca, una sede museale appropriata), e poi alla formazione di un pubblico attraverso la didattica (scuole musicali, scuole di teatro, scuole d’arte). In questo campo basterebbe, come inizio, sviluppare l’integrazione e la collaborazione tra le realtà che in città, eroicamente e tra mille problemi, già operano.

Il discorso, ovviamente, è ampio e non può risolversi in queste quattro righe; ma in tempi così grami ci si dovrebbe porre il problema di rendere il più efficace possibile l’intervento pubblico (sempre più ridotto) e di valorizzare l’iniziativa degli appassionati, indirizzandoli verso la formazione di un patrimonio comune, di un capitale sociale a disposizione di tutta la comunità.

Aeroporti e bonsai

Aeroporto Comiso.jpg Cresce l’allarme sulla sempre più chimerica apertura dell’aeroporto a Comiso dopo la polemica innescata dal quotidiano la Repubblica sugli “aeroporti bonsai” e la pubblicazione della mappa ove vengono indicati gli scali al disotto della soglia minima di convenienza economica.

E’ veramente bizzarra la situazione: dopo trent’anni di chiacchiere il tanto agognato scalo ibleo è perciò destinato a non vedere mai la luce? Sono state spese finora decine di milioni, la pista, l’aerostazione sono in gran parte completate. Esponenti politici di ogni schieramento si sono attribuiti meriti e paternità della realizzazione progetto, data per imminente un mese sì e uno no. Secondo recenti notizie stampa addirittura la Ryan Air avrebbe manifestato interesse per l’apertura dello scalo. E ora? Scusate, abbiamo scherzato…

Guarda la mappa

Master per il Turismo

unesco.jpg La formazione di professionalità specifiche nel campo del turismo, in un’area a elevata vocazione imprenditoriale e candidata a probabile sviluppo nel settore. E’ questo l’obiettivo del Master di primo livello organizzato dalla facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Catania che si svilupperà in tre sedi operative iblee, Modica, Ragusa e Scicli, le tre città che custodiscono il maggior numero di siti dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Il preside della facoltà, il professor Giuseppe Barone, spiega che con questa iniziativa l’Università offre un pacchetto di saperi, partendo dalla conoscenza del territorio come risorsa culturale, dall’economia del turismo e puntando sulle più evolute tecniche del marketing. E’ un’opportunità per i nostri giovani e speriamo possa ripetersi anche l’anno prossimo.

Il master inizierà a Dicembre e avrà una struttura itinerante, con lezioni che si svolgeranno direttamente sul campo.

Per l’inaugurazione del corso è prevista la partecipazione del rappresentante ICCROM Ray Bondin. L’ICCROM è l’organismo creato dall’UNESCO per la tutela del patrimonio e della diversità culturale.

Informazioni e programma presso il sito della Facoltà (attenzione: la presentazione delle domande scade Lunedì prossimo, 22 Novembre!).

Fitzcarraldo cineclub

Sophia Loren.jpg Prosegue la breve rassegna “De Genere” iniziata Domenica scorsa dedicata al cinema gay, organizzata dal Cineclub Fitzcarraldo presso lo Studio Club 42, in via Duca d’Aosta 5/7 (zona Via Carducci, villa Margherita).

Domenica scorsa è stato il turno di “Una giornata particolare” capolavoro di Ettore Scola del 1977 con una delle più belle interpretazioni di Marcello Mastroianni e Sophia Loren.

Domenica prossima, 14 Novembre alle 19:00, verrà proiettato “La moglie del soldato” di Neil Jordan (1992) e la Domenica successiva (21 Novembre, stesso orario) sarà la volta di “Edoardo II” di Derek Jarman (1991).

La rassegna è stata curata da Agedo Ragusa, Arcigay Ragusa, Fitzcarraldo e Nemoprofeta.

Lo Studio Club 42 sarà aperto dalle 18:00 e dopo la proiezione resterà a disposizione per un aperitivo o una pizza in compagnia.

Nella foto un’immagine di Sophia Loren da “Una giornata particolare”.

 

Appuntamenti con Roberto Vecchioni

roberto vecchioni.jpg Due giorni di appuntamenti iblei per Roberto Vecchioni, uno dei cantautori di vecchia scuola tra i più amati dal pubblico.

Domani, Giovedì 11, terrà una conferenza all’auditorium della nuova Scuola dello Sport di via Magna Grecia nella cittadella sportiva del capoluogo. Il tema della serata (l’inizio è previsto per le ore 18:00) sarà “L’anima, le parole, la musica. Da Saffo a De Andrè”. L’evento è stato organizzato dalla associazione culturale Genius, alla sua prima uscita pubblica.

Il giorno dopo, Venerdì 12, si terrà invece l’atteso concerto del cantautore a Scicli, alle 21:00 presso il Teatro Italia, nell’ambito di una “appendice” autunnale dei festeggiamenti della Madonna delle Milizie che quest’anno, grazie a un finanziamento regionale per la destagionalizzazione dei flussi turistici, raddoppia il tradizionale appuntamento di Maggio.

 

Vecchioni ha sempre accoppiato alla attività musicale quella letteraria e didattica, data la sua professione di docente di Greco e Latino svolta per oltre trent’anni.

Se volete rinfrescarvi la memoria con qualche lettura dei testi delle sue belle canzoni, questo è il link al sito ufficiale del cantautore brianzolo.

Aperto il Palazzo Cosentini

Palazzo Cosentini.jpg Dopo un paziente lavoro di restauro arriva alla fruizione dei ragusani il palazzo Cosentini, uno dei beni architettonici tutelati dall’Unesco nella nostra città. Posto a ridosso della Chiesa dell’Idria, cui è collegata da un corridoio interno, il prospetto rappresenta magnificamente lo spirito barocco ibleo con le sue figure ora lugubri, ora grottesche, i balconi panciuti, la pietra riccamente scolpita.

Destinato a ospitare mostre e iniziative culturali di vario genere, il palazzo è visitabile in questi giorni per una mostra di pittura di artisti siciliani di varia scuola. Da segnalare la personale di Franco Cilia che ripercorre le tappe artistiche di una lunga e prolifica carriera. Occasione doppia, quindi, per valutare la bontà del restauro appena concluso e per una panoramica significativa dello “stato dell’Arte” visiva siciliana (certamente non esaustiva ma comunque indicativa). Personalmente mi ha colpito il personale stile di un giovane pittore catanese, Benedetto Poma. Se andate fatemi sapere… Ah, dimenticavo: la mostra è aperta fino a Maggio.

Nella foto (copyright terrabarocca.it) un balcone del palazzo prima del restauro.