Archeologia sotto le stelle

labirinto.jpg E’ iniziata con una serata di grande successo la quinta edizione della manifestazione “Archeologia sotto le stelle” curata dall’archeologo Giovanni Di Stefano.

Il primo appuntamento ha registrato una numerosa partecipazione di pubblico. Erano forse 3/400 persone ad ascoltare affascinati l’intrecciarsi di storie che prendendo spunto dal giardino del castello di Donnafugata e dalla vita del barone Arezzo, cultore di antichità ed esoterismo, ha condotto i presenti in un percorso tra antico e moderno proponendo una chiave di lettura insolita della genesi e della simbologia del luogo.

 

Prossimi appuntamenti, sempre a Donnafugata, il 7 e il 10 Settembre. Nella foto di Claudio Battaglia un particolare del Labirinto nel parco del Castello.

 

 

Ibla in festa

pianoforte in piazza.jpg Nuova tornata di scirocco e conseguente insopportabile afa a mare e quindi ricerca di posti dove rinfrescarsi almeno la sera per i vacanzieri rivieraschi.

Allora cosa di meglio che salire a Ragusa, 700 m sul livello del mare, e trovare un po’ di refrigerio nell’antico quartiere barocco di Ibla?

Fino a metà Settembre sono previste diverse manifestazioni e spettacoli di intrattenimento nell’ambito di Ibla in Festa.

Quest’anno la rassegna è particolarmente dedicata ai gruppi Jazz dell provincia e sono previste numerose performance ai Giardini Iblei.

Qui trovate il programma più dettagliato.

Se poi vi volete cimentare voi stessi in un concerto estemporaneo, un pianoforte è a disposizione di chiunque in piazza Duomo per esibizioni improvvisate…

(nella foto il pianoforte in piazza Duomo)

San Giovanni u’ Patronu anche sul web

San Giovanni.jpgE come tutti gli anni, a conclusione dell’Estate, ecco i preparativi per la festa del Patrono di Ragusa.

Siamo nella settimana clou: Venerdi, Sabato e Domenica le tre processioni che attraverseranno la Città concluderanno i riti.

Quella di San Giovanni è la festa per eccellenza a Ragusa che mobilita tutta la comunità cittadina in un tripudio di fervore religioso e di identità culturale.

La novità più rilevante di quest’anno è a mio avviso il coinvolgimento nel comitato promotore di alcuni giovani che hanno dato un’impronta comunicativa che tiene conto dei nuovi mezzi di divulgazione, primo fra tutti il web.

Prova ne siano il sito della diocesi di Ragusa e quello dedicato propriamente alla festa, con cenni storici, galleria fotografica, programma online, ecc. ecc.

Insomma un bel bagno di modernità per il primo Santo dell’era cristiana.

(foto di Giorgio Occhipinti)

Festival del Giornalismo a Modica

Modica.jpg Tanto per non farci travolgere dall’atmosfera di spensieratezza di questo mezzo agosto vacanziero, segnalo la seconda edizione edizione del Festival del Giornalismo che si svolgerà a Modica dal 25 al 28 Agosto.

Specialmente dedicato alle figure di quei giornalisti siciliani che hanno duramente pagato la loro indipendenza e onestà professionale, quest’anno il festival ricorderà con due incontri Pippo Fava e Giovanni Spampinato.

Libertà di informazione, giornalismo d’inchiesta e giornalismo fotografico sono i temi dei workshop.

Molta attesa per la presentazione del libro “Don Vito” di Massimo Ciancimino con la partecipazione dell’Autore.

Gli appuntamenti si protrarranno fino a sera con concerti di jazz e performance teatrali.

Qui trovate il programma completo.

L’Orchestra Italiana a Pozzallo

renzoarbore.jpg E’ per domani un altro degli appuntamenti clou dell’Estate 2010, il gran concerto al porto di Pozzallo con Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana.

L’organizzazione promette solo posti a sedere e questo incoraggerà certamente il target di riferimento che forse non è precisamente di giovanissimi.

L’orario previsto è per le 21:00 e per le informazioni potete contattare il 338 5878333.

Buon divertimento!

Magnani Anna, in arte Nannarella

anna-magnani.jpg Un incontro fatale quello di due attrici romane di due generazioni diverse ma accomunate da molti tratti: la capacità di unire dramma e comicità, l’ironia, l’intensità, il teatro, il canto, il cinema.

Insomma era logico che dovessero dialogare tra loro la grande Anna Magnani e la sua emula Anna Mazzamauro in una piece teatrale scritta da Elisabetta Castiglioni per la regia di Pino Strabioli.

Una storia del cinema che è una storia dell’Italia stessa attraverso episodi e aneddoti della vita della grande attrice italiana, premio Oscar a Hollywood, quella che alla truccatrice che voleva nasconderle le rughe disse: Ahò, nun me ne toje’ neanche una; c’ho messo ‘na vita a fammele venì!

La recita è per stasera, Mercoledì 18 alle 21:00, a Villa Tedeschi in quel di Pozzallo…

Le cose da fare a Ragusa (e dintorni) almeno una volta nella vita

San Giovanni Ragusa.jpg Uno degli elementi caratteristici del nostro meridione e della Sicilia in particolare è la grande partecipazione emotiva che si riscontra durante le feste religiose.

Al turista che visita la prima volta l’Isola consiglio caldamente di presenziare a una di queste feste: un misto di devozione e folklore, spiritualità e corporeità, mortificazione ed esaltazione.

Il rapporto che i siciliani hanno col santo di turno è di tipo personale, confidenziale quasi.

A Ragusa iniziano in questi giorni i festeggiamenti per San Giovanni che dureranno fino al 29 Agosto: è l’occasione giusta per programmare una breve permanenza in zona a godersi un po’ di mare e partecipare almeno agli ultimi due o tre giorni di festa. E’ una esperienza particolare a prescindere dal significato che le si voglia attribuire in termini religiosi, sociali o culturali (direi anche antropologici…).

Quest’anno si annunciano alcune novità: l’apertura del nuovo Museo della Cattedrale all’interno del restaurato palazzo Garofalo e la formazione di un comitato per i festeggiamenti a forte componente giovanile. Qui la sua pagina su facebook.

Ferragosto al Castello

castello_di_donnafugata.jpg Per passare un Ferragosto diverso Vi segnalo la kermesse di musica popolare da diverse tradizioni che si svolgerà al castello di Donnafugata nei giorni 14, 15 e 16 Agosto.

La rassegna si intitola Sentieri Umani 2010 e si articolerà in tre serate dedicate  a tre diverse tradizioni di canto e ballo popolare. Sabato 14 serata dedicata alla Taranta con un documentario del 1962 e musica e balli fino a tarda notte all’insegna della tradizione musicale più nota del meridione italiano.

La domenica di Ferragosto sarà invece la volta della musica afro-giamaicana, del raggae e della musica senegalese.

Lunedì 16, infine, chiusura con una autentica festa tzigana: musica, balli e folklore delle carovane zingare che per secoli hanno attraversato dai Balcani tutta l’Europa.

Informazioni presso Elfocai, al  340 0031368

Naufragi aerei…

Aeroporto_foto11.jpg Pensavamo di non occuparci almeno in queste settimane ferragostane di argomenti seri; e infatti la vicenda che affrontiamo in questo post è ridicola, se non grottesca.

Parliamo del chimerico aeroporto di Comiso, la più attesa e importante infrastruttura per questa Provincia, la cui apertura e messa in funzione, alla luce dei nuovi accadimenti, appare sempre più lontana.

Non stiamo qui a fare la cronaca, potete trovare tutti gli aggiornamenti sulla stampa locale online e cartacea. Rileviamo qui solo l’insipienza di una classe politico-amministrativa sempre pronta a farsi bella quando sembra materializzarsi il progetto e a latitare al momento delle docce fredde.

Di certo c’è che non si contano più gli annunci di risoluzione dei vari passaggi burocratici e di imminente apertura. L’ultimo in ordine di tempo (ricordiamo che qualche anno fa ci fu pure un’inaugurazione!) dà per sicura l’apertura dell’aeroporto al traffico per la Pasqua 2011.

Non è che l’anno prossimo cadrà il 1° Aprile?

Un lieto evento

Massimo Leggio.jpg E’ quello che Vi segnalo riguardo alla formazione di una nuova compagnia teatrale professionale, l’Officina Teatrale Mediterranea, che ha messo in scena la sua prima produzione  Sabato e Domenica scorsi al giardino del Castello di Donnafugata.

Lo spettacolo, L’incantevole Giardino, è stata una carrellata di stili e temi diversi che prendendo spunto dai luoghi della performance magicamente trasformati dalla semplice presenza degli attori in set teatrale, ha proposto un excursus storico e sociale delle trasformazioni di questa parte della Sicilia, dando occasione alla Compagnia di dispiegarsi in generi teatrali diversi, da Aristofane a Shakespeare, dal teatro di tradizione a Pirandello a una toccante, intensa, riduzione di Cavalleria rusticana, da Verga.

Bravissimi gli attori, brillante la regia, belle le musiche: insomma c’è tutto quello che serve per cominciare a pensare finalmente a una compagnia professionale stabile a Ragusa che produca spettacoli di qualità, ne ospiti di altre compagnie, promuova la didattica e la cultura del Teatro, con una sede adeguata (a proposito, che fine ha fatto il progetto sul teatro della Concordia?).

L’OTM nasce dall’incontro tra Massimo Leggio e Valentina Ferrante con la compagnia GoDoT di Federica Bisegna e Vittorio Bonaccorso, eroici pionieri dell’arte recitante a Ragusa, già attivi da alcuni anni in città. In scena con loro anche Iridiana Petrone e Filippo Brazzaventre. Le musiche dello spettacolo erano di Vincent Migliorisi.

A tutti un caldo “In bocca al lupo!”  (nella foto Massimo Leggio, attore e regista)