Un Due Giugno diverso

LiberaMente.jpg E’ quello che stanno organizzando i ragazzi dell’Associazione LiberaMente e l’Avis di Santa Croce Camerina per far sì che la Festa della Repubblica diventi Festa della Costituzione e quindi una occasione di approfondimento e conoscenza attraverso la testimonianza di chi per i valori fondanti della nostra comunità ha sacrificato la sua stessa vita o la rischia quotidianamente.

Fuori da ogni commemorazione retorica l’incontro vuole essere occasione di dibattito e di festa: ospiti d’eccezione Salvatore Borsellino, il fratello del giudice Paolo che da anni si occupa di educazione alla legalità, e Gioacchino Genchi esperto informatico e funzionario di polizia che ha svelato i molti oscuri legami che hanno fatto da sfondo agli eventi più tragici della lotta alle mafie nel nostro Paese.

Gli incontri si svolgeranno per tutto il pomeriggio del 2 Giugno nella piazza del Faro di Puntasecca, la frazione rivierasca di Santa Croce Camerina.

La parte “festaiola” presenterà vari appuntamenti musicali che si protrarranno fino a sera. La manifestazione si intitola “Republic generation” e questa è la pagina Facebook dell’Associazione.

Nella foto la presentazione del programma l’altro giorno presso il Centro Studi Feliciano Rossitto.

Vittoria Jazz festival 2010

Vittoria Jazz.jpg Riapre i battenti per la terza edizione il Vittoria Jazz festival, la rassegna musicale organizzata da Sicily Jazz Music e diretta da Francesco Cafiso, diventata oramai un appuntamento imprescindibile per gli amanti della buona musica nella nostra provincia.

Il primo dei quattro weekend in cui si articola la manifestazione vedrà esibirsi domani Sabato 29 il quartetto di Flavio Boltro e Domenica 30 il sestetto di Matteo Brancaleoni.

Previste le partecipazioni di Enrico Rava, Javier Girotto, Maurizio Giammarco e dello stesso Cafiso in chiusura, Domenica 20 Giugno.

Dunque un programma ricco a cui si accompagneranno degustazioni di Cerasuolo Docg e altri eventi. Qui trovate le informazioni sui concerti.

Per le notizie su orari e location 0932 982949. Nella foto di Marco Panascia un momento dell’edizione 2009.

A tutto volume

libri-libro.jpg E’ senza dubbio un bilancio positivo quello della tregiorni organizzata a Ragusa in concomitanza della giornata nazionale della lettura.

L’iniziativa intitolata “A tutto volume” è stata ideata dalla Fondazione degli Archi con la direzione del giornalista e scrittore Roberto Ippolito.

Pubblico numeroso e attento per le varie presentazioni con l’Autore in diversi luoghi della città. La domenica poi, nella splendida cornice di Ibla, il successo è stato ancora più palpabile. Certo, la presenza di volti televisivi (Enrico Mentana, Arrigo Petacco, Tiziano Treu, Sergio Rizzo solo per citare i più noti) deve aver suscitato la curiosità di molti, ma non basta questo elemento per spiegare il successo registrato e c’è da augurarsi che iniziative a così netto carattere culturale possano essere più frequenti in città.

L’abbiamo già detto: a Ragusa nascono librerie, quando nel resto d’Italia chiudono; e questo dato di fatto dovrebbe far riflettere sugli indirizzi di politica culturale della città (che novità ci sono per la Biblioteca Comunale? e il teatro?).

C’è fame di conoscenza e questo dopo un lunghissimo periodo che ha caratterizzato questa comunità per i bassi consumi culturali.

Che sta succedendo? Il dibattito è aperto.

La Festa di San Giorgio

San Giorgio.jpg E’ iniziata ieri e si protrarrà per tutta la settimana la Festa di San Giorgio a Ibla, una delle feste popolari più sentite dalla comunità iblea.

Il culto di San Giorgio ha origini antichissime: è uno dei santi più popolari e viene venerato in molte diverse parti del mondo cristiano.

A Ibla assume un significato di identità comune e di forte legame degli abitanti del quartiere dispersi dai fenomeni legati allo sviluppo urbanistico di Ragusa e dall’emigrazione.

Da decenni il quartiere di Ibla (che una volta “era” Ragusa) soffre di una inarrestabile emorragia di residenti verso i quartieri nuovi della città.

I riti legati alla festa durano per tutta l’ultima settimana di Maggio, ogni anno. Il clou delle celebrazioni avviene negli ultimi tre giorni, venerdì sabato e domenica, con la pittoresca processione della statua e della Cassa del Santo.

Nella foto di Andrea Criscione una suggestiva immagine della statua di San Giorgio.

Appuntamenti del weekend

castello di donnafugata.jpg Tra le tante iniziative da seguire a Ragusa per questo weekend ve ne segnalo alcune per noi degne di particolare attenzione.

Le giornate di “A tutto volume, libri in festa” registrano una serie di qualificate presenze in convegni e dibattiti in varie librerie e caffè della città. Qui trovate il programma.

Al castello di Donnafugata, invece, ci sarà sabato 22 e Domenica 23 la due manifestazione dei Gruppi di acquisto solidale, una due giorni all’insegna della Natura e della Solidarietà. Tra l’altro vi sarà l’occasione, per chi fosse mancato all’anteprima, di poter visionare il bel film sul Parco degli Iblei, di cui abbiamo parlato in precedenti post. La proiezione avverrà Sabato 22 alle 19:00

Ma l’iniziativa che tengo di più a segnalare è l’incontro di Domenica 23  a Ibla organizzato dal Gruppo Calacipitu sui giochi di una volta.

Sarà perché noi stessi ci occupiamo professionalmente di giochi per bambini, sarà perché una certa età incombe ed emergono le nostalgie del “come eravamo” ma questo revival nel gioco di strada della nostra infanzia non me lo voglio perdere…

L’appuntamento è in Piazza Duomo alle 9:30.

Nella foto una veduta del Castello di Donnafugata

La tutela del consumatore

confconsumatori.jpg Ormai, si sa, contiamo più come consumatori che come cittadini…

A chi non è capitato di acquistare un bene che poi si è rivelato al di sotto delle aspettative se non addirittura difettoso?

L’Unione Europea ha emanato  specifiche direttive in materia, recepite peraltro in Italia con un decreto legislativo sin dal 2002, che però nella pratica trova scarsa applicazione nei rapporti commerciali che quasi sempre vedono soccombere il cittadino-consumatore ignaro dei propri diritti.

Per divulgare la conoscenza dei diritti dell’acquirente in materia di beni di consumo c’è ora un pratico manualetto, realizzato da Confconsumatori Sicilia, che verrà presentato e illustrato in un convegno domani giovedì 20 alle 17:30 presso la sala Convegni del Palazzo della Provincia di viale del Fante a Ragusa.

Il manuale si intitola “Beni di consumo e garanzia postvendita” e potete scaricarlo qui.

La Pagoda della Pace

Pagoda della Pace.jpg In questi giorni si festeggiano i dodici anni dall’inaugurazione della Pagoda della Pace a Comiso.

Vorrei parlare in quest’occasione del rev. Gyosho Morishita che fortemente ha voluto la realizzazione di questo tempio e a esso e alla testimonianza per la pace tra i popoli ha dedicato ogni sforzo della sua esistenza.

Morishita, sacerdote giapponese buddista del Nipponzan Myohoji, si stabilì da noi nei primi anni ’80, quando sull’onda della costruzione della base missilistica che avrebbe tanto fortemente influito sugli equilibri della Guerra Fredda, Comiso divenne crocevia della protesta pacifista internazionale.

La pratica di base del suo ordine consiste nel testimoniare per la pace suonando il tamburo e recitando i Mantra. Tanti avranno sorriso ai suoi passaggi mattutini per le vie della città e ben pochi avranno dato importanza a questo piccolo uomo dai modi gentili e ben disposto verso tutti.

La sua era una vita austera e spartana in una casupola precaria esposta alle intemperie in un fondo che dominava la piana di Comiso, acquistato con una sottoscrizione; l’obiettivo era di un’ambizione impensabile: lo smantellamento di una delle più grandi e munite basi militari dell’occidente, con un potenziale atomico da far paura e con migliaia di addetti militari e no.

Oggi, dopo trent’anni si può constatare allibiti che il piccolo uomo gentile ha raggiunto il suo scopo: la base non c’è più, al suo posto il costruendo aeroporto civile, e lì a mezza montagna spicca nel candore della pietra locale l’ottantesima Pagoda della Pace nel mondo.

 

Conferenza del prof. Zichichi

antoninozichichi.jpg Grande curiosità per la conferenza che si terrà domani sabato 15 alle 9:00, presso l’auditorium della Camera di Commercio di Ragusa, sul tema “Perché c’è bisogno della scienza nella cultura del III millennio”.

Relatore Antonino Zichichi, il controverso fisico e divulgatore scientifico, paladino della scienza coniugata alla fede: famose le sue polemiche con il matematico Piergiorgio Odifreddi, scaturite in una querela contro quest’ultimo. Tra fisici e matematici, si sa, non sempre corre buon sangue…

Quando sento parlare di “terzo millennio” in genere sorrido e a volte mi insospettisco: mi sembra una trovata a buon mercato per dare enfasi a opinioni di ben più ristretto respiro. Ma tant’è, il titolo della conferenza recita proprio così.

Visto il coinvolgimento del Sindaco e del Vescovo nell’evento c’è da aspettarsi il gran pienone.

Primavera dell’Architettura

Ragusa-piazza-della-liberta.jpg Si intitola Primavera dell’Architettura la serie di convegni, mostre e conferenze che l’ordine degli architetti della provincia di Ragusa ha organizzato tra Aprile e Luglio.

Il programma è ricco e interessante, l’obiettivo impegnativo: sensibilizzare l’opinione pubblica e i media, addetti ai lavori e cittadini comuni, enti e amministrazioni verso la qualità e la migliore vivibilità dell’ambiente, quello naturale del territorio e quello edificato dei centri urbani.

Gli appuntamenti si articoleranno in più incontri nei maggiori centri della provincia: il prossimo, a Comiso venerdi 14 in via degli Studi, sarà dedicato all’architetto Biagio Mancini e alla sua opera.

Qui trovate il calendario completo in pdf. Nella foto la piazza Libertà a Ragusa, già piazza Impero, uno dei retaggi di architettura “metafisica” del ventennio.

 

Zelig a Ragusa

zelig.jpg E’ per mercoledi 12 alle ore 21:00 al PalaMinardi di Ragusa (vicino allo stadio) l’appuntamento con la carovana dei comici di Zelig, la trasmissione televisiva che prende il nome dallo storico locale milanese di cabaret e che, tra i suoi meriti, ha avuto quello di rilanciare in Italia il libro di comicità, per la fortuna di piccoli editori come Kowalski.

Tutti i personaggi di un certo successo, infatti, si sono cimentati prima o poi su questo particolare genere letterario.

La serata viene organizzata dalla Sud Dimensione Servizi, con il patrocinio del Comune e si preannuncia ricca di gag e di trovate comiche: il pubblico che segue la fortunata trasmissione sa di che parlo.

Quella di Zelig è via via diventata una comicità un po’ disimpegnata, non proprio il cabaret graffiante della grande tradizione milanese (penso a Dario Fo, Paolo Rossi, Jannacci, ecc.), ma c’è da sperare che lontano dalle telecamere e dalle compatibilità di network la articolata squadra degli artisti presenti possa sfoderare una verve più satirica e intelligente, come spesso abbiamo potuto constatare anche nei libri.

Non solo, quindi, i classici tormentoni o le stucchevoli stereotipazioni uomo/donna o meridionali/settentrionali ma qualcosa che, sorridendo, ti faccia un po’ ragionare sulle nostre ossessioni quotidiane e su dove stiamo scivolando in nome della “modernità”.

Speriamo…